Sospensione rata mutuo 2021: come funziona

Come bloccare le rate del mutuo per l’acquisto della prima casa. I termini del provvedimento, come funziona quali mutui e per quanto tempo. Il tetto massimo ed i dettagli da seguire per godere del beneficio. La proroga al 31 dicembre 2021.

Palazzo

L’emergenza coronavirus ha colpito in maniera forte il settore immobiliare, con le compravendite che si sono praticate fermate in questi circa 18 mesi e con ripercussioni anche nel campo degli affitti. Il governo italiano ha così provveduto ad emanare un provvedimento per consentire alla famiglie in difficoltà di rinegoziare il contratto di locazione in maniera da non pesare eccessivamente sui budget.

Un’importante norma introdotta riguarda i mutui erogati per l’acquisto della prima casa, uno dei beni più preziosi per la stragrande maggioranza delle famiglie italiane.

Il governo italiano ha provveduto ad istituire un Fondo di Solidarietà che consente la sospensione fino ad un massimo di 18 mesi delle rate da versare. Con il termine sospensione, si indica che le rate vengono spostate alla fine del periodo inizialmente previsto per il mutuo. Ciò determina la generazione di nuovi interessi, il cui importa va valutato attentamente per comprendere se ne valga davvero la pena accedere al beneficio.


Leggi anche: Tetto prefabbricato

Ecco nel dettaglio le condizioni e la platea dei beneficiari.

Sospensione rate del mutuo: condizioni

Casa

Le condizioni per poter accedere alla sospensione della rata del mutuo sono:

  • cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato
  • cessazione del rapporto di lavoro atipico
  • morte
  • riconoscimento di grave handicap ovvero di invalidità civile non inferiore all’80%.

Importi

Le condizioni prevedono che:

  • mutuo non sia superiore a €400.000
  • non è più necessaria la presentazione dell’ISEE

Ricordiamo che la sospensione può essere chiesta fino ad un massimo di 18 rate.

Documentazione

Casa

Chi intenderà fare domanda per essere ammesso al beneficio, dovrà compilare il modulo disponibile sul sito Consap e presentarlo direttamente in banca senza necessità di dover presentare anche il modello ISEE. Non è previsto il pagamento di commissioni extra o eventuali spese di istruttoria.

Alla domanda andrà inoltre allegato il provvedimento che autorizza un trattamento di sostegno al reddito, come ad esempio l’indennità di disoccupazione, oppure la dichiarazione del datore di lavoro attestante la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro per cause non riconducibili alla sua responsabilità.

Importante e fondamentale riportare il tempo di sospensione e la percentuale di riduzione dell’orario.


Potrebbe interessarti: Tetto in legno

Sospensione mutuo: la proroga

Il Decreto Sostegni bis ha esteso fino al prossimo 31 dicembre 2021 la possibilità di chiedere la sospensione del pagamento delle rate del mutuo.

Sospensione mutuo: beneficiari

Con il nuovo decreto è stata allargata anche la platea dei beneficiari. Le categorie che attualmente possono accedere sono:

  • lavoratori autonomi
  • liberi professionisti
  • gli imprenditori individuali
  • soggetti di cui all’art. 2083 del codice civile
  • cooperative edilizie a proprietà indivisa, per i mutui ipotecari erogati alle stesse
  • contraenti di mutui già fruenti della garanzia del Fondo di garanzia
  • sottoscrittori di mutui che abbiano già fruito di 18 mesi di sospensione o di due periodi di sospensione, purché abbiano ripreso, da almeno tre mesi, il regolare ammortamento delle rate.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Davide Bernasconi
  • Laurea in Economia e Commercio, indirizzo Internazionale
  • Autore specializzato di design e arredo d'interni
Suggerisci una modifica