Scadenze fiscali Settembre 2021

Settembre 2021: tutte le scadenze fiscali del mese. Cosa e quando pagare, come fare.

casa-soldi-pagare

Di seguito vi proponiamo un piccolo vademecum tascabile. Un elenco dettagliato, data per data, per gli adempimenti fiscali da parte di imprese o singoli cittadini. Questa volta tocca al mese di Settembre.

15 Settembre: registrazione ed emissione delle fatture differite

Per chi possiede partita Iva, il 15 Settembre sarà una data cruciale in merito all’emissione e registrazione delle fatture differite concernenti beni consegnati o spediti nel mese precedente.

Tali fatture devono risultare da documenti di trasporti o in grado comunque di identificare e tracciare i soggetti che hanno effettuato le prestazioni.

La fattura, lo ricordiamo, deve contenere indicazione data ed il numero dei documenti a cui si riferisce.


Leggi anche: Snaidero catalogo 2021

Entro il 15 Settembre, le associazioni sportive di tipo dilettantistico, non aventi scopo di lucro ed a regime fiscale agevolato, dovranno procedere ad annotare di tutti i proventi ottenuti in merito ad attività commerciali collegate al mese precedente.

16 Settembre: oneri deducibili

I contribuenti che intendano beneficiare degli oneri deducibili o soggetti a detrazione di imposta, dovranno recarsi presso Banche Poste Italiane per versare le ritenute in merito ai bonifici relativi al mese precedente.

Il versamento è effettuato a mezzo modello f24 o attraverso intermediario con codice di tributo 1039

I soggetti passivi Iva, invece, entro il 16 Settembre saranno tenuti ad inoltrare, telematicamente, la Comunicazione dei dati relativi alle liquidazioni periodiche Iva poste in essere nel periodo del 2° trimestre 2021, in particolare:

  • liquidazioni relative ai mesi di aprile, maggio, giugno (per i soggetti mensili);
  • relative al 2° trimestre (per i soggetti trimestrali)

Il modello da utilizzare sarà il seguente: “Comunicazione liquidazioni periodiche IVA”

20 Settembre: Versamento contributi da parte di imprese di spedizione ed agenzie marittime

Tali imprese dovranno in forza del contratto collettivo nazionale di lavoro, provvedere a versare i contributi relativi al mese precedente mediante bonifico e trasmissione della distinta.

L’importo dovrà corrispondere al centesimo, al totale della distinta calcolata a mezzo software Telefasc.

La causale del bonifico dovrà contenere i seguenti dati:

Codice Fiscale dell’Azienda –          Ragione Sociale dell’Azienda –          Periodo di Competenza (es. 2010/01)  N.B. Per i bonifici dei contributi ordinari non indicare nessun altro dato. 


Potrebbe interessarti: I 6 fiori più belli da coltivare a settembre

Coordinate Bancarie      IBAN:  IT 70 M 01030 01600 000008090001 Intestatario Conto: FASC Fondo Agenti Spedizionieri e Corrieri – Cin: M Abi: 01030 Cab: 01600 Conto: 80900.01 Per i bonifici provenienti da circuiti bancari al di fuori della Comunità Europea CODICE SWIFT: PASC ITMMMIL

Per quanto attiene, invece, le imprese elettriche, quest’ultime dovranno comunicare all‘Agenzia delle Entrate i dati del Canone Tv addebitato, accreditato nel mese precedente(Articolo 5, comma 2, del Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, 13 maggio 2016, n. 94).

La comunicazione dev’essere  inoltrata esclusivamente in via telematica a mezzo servizio  Entratel o Fisconlin


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

30 Settembre: Presentazione domande cassa integrazione guadagni ordinaria

Per fatti oggettivi non evitabili e concernenti il mese precedente, dovrà essere presentata all‘Inps la GIGO, domanda di Cassa Integrazione Guadagni ordinaria che integra o sostituisce la retribuzione soggetta a sospensione o riduzione dell’attività lavorativa per crisi aziendali dovuti a fattori transitori non imputabili alla responsabilità dell’impresa o dei lavoratori in situazioni temporanee di mercato. (v. Art. 15, D.Lgs. 14.09.2015, n. 148 D.Lgs. 24.09.2016, n. 185).

Prorogat0 al 3o Settembre rispetto alla data ultima, inizialmente stabilita, del 31 Luglio, il termine ultimo per l’invio dei dati al Sistema TS delle spese sanitarie sostenute nel primo semestre 2021. 

Avv. Ennio Carabelli
  • Laurea in Giurisprudenza
  • Abilitazione Forense presso la Corte d'Appello di Salerno
  • Giornalista Pubblicista
  • Autore specializzato in controversie legali, normative, condominio, casa, successioni, contratto, mutui.
Suggerisci una modifica