Rimozione Eternit


Rimozione eternit. Definizione. Normativa. Come procedere alla rimozione. Costi da sostenere. Detrazioni fiscali.

eternit

Seppure a distanza di tanti anni dall’entrata in vigore della normativa in materia di sicurezza ed ambiente, la rimozione Eternit nelle case, edifici e capannoni è tuttora una questione che ci si trova ad affrontare.


Rimozione Eternit: normativa

eternit-tettoiaDichiarato fuorilegge in Italia nel 1992, l’eternit è un marchio di fibrocemento a base amianto che venne brevettato nel 1901 ed entrò in produzione in maniera massiccia a partire dagli Anni Trenta.

Si tratta di un materiale la cui polvere di amianto, come riscontrato nei primi anni 60, provoca una grave forma di tumore oltre a malattie polmonari causate dall’inalazione in seguito ad usura dei componenti realizzati in eternit.

L’eternit è stato sostituito da fibre organiche, naturali e sintetiche; il materiale è stato ribattezzato con il termine di fibrocemento ecologico.

eternit-tubi

La normativa italiana in vigore obbliga tutti i proprietari di abitazioni ed edifici, pubblici e privati, a procedere alla rimozione dell’amianto presente sul tetto o in altre parti strutturali.

Rimozione Eternit: come procedere

L’operazione di rimozione del pericoloso materiale può essere fatta soltanto da ditte autorizzate a procedere in questo delicato settore.

Per prima cosa la ditta, mediante appositi test di laboratorio con il prelevamento di materiale, accerta la presenza o meno di amianto.

eternit-fase-smaltimento

Dopodichè si procede con la tecnica dell’incapsulamento che permette di trattare le superfici interessate con sostanze sintetiche che impediscono il rilascio di polveri.

Infine, si procede alla rimozione ed allo successivo smaltimento in apposite discariche.

Rimozione Eternit: costo

L’operazione di rimozione eternit fai da te è assolutamente sconsigliata oltrechè contraria alla normativa in vigore. Non è soltanto questione di rimuovere componenti più o meno o pesanti, ma eliminare dall’abitazione elementi in eternit può comportare la dispersione di particelle nocive e cancerogene nell’aria, provocando così ulteriori danni per la salute.

rimozione-eternit

L’amianto è infatti classificato come un rifiuto pericoloso ed il comune cittadino non può pertanto trasportarlo in auto come un normale rifiuto.

Ecco che rivolgersi a ditte iscritte all’Albo Gestori Ambientali ed abilitate al trasporto di amianto è il primo passaggio importante.

Il costo per la rimozione di un metro quadrato di materiale parte da circa 15-20 euro in caso di superfici abitative inferiori a 100 mq. Maggiore è la dimensione di bonificare, minori sono i costi al metro quadro: per capannoni industriali di 1000 mq il prezzo si può aggirare nella fascia di 6-8 euro al mq.

La procedura di smaltimento richiede l’inoltro, da parte del professionista abilitato, di una pratica all’ASL di competenza, il cui costo varia in base alle dimensioni della superficie.

Rimozione Eternit: detrazioni fiscali

rimozione-eternit-tetto

Operazione importante per la tutela della salute propria e dei famigliari, i costi della rimozione eternit possono essere detratti a livello fiscale in fase di dichiarazione dei redditi.

Se trattasi di interventi di edilizia, si ha diritto ad un bonus ristrutturazione 50% per le spese sostenute. Migliori chiarimenti si possono avere in Bonus ristrutturazioni 2018.

Diversamente, se si opera la sostituzione dell’amianto con pannelli fotovoltaici, si può richiedere un’altra importante agevolazione fiscale in quanto si procede a realizzare una miglior efficienza energetica. In tale caso si possono trovare tutte le informazioni in Ecobonus 2018.

Davide Bernasconi
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger

Google News

Vuoi essere aggiornato sulle ultime tendenze?

Accedi gratuitamente ai nostri video e guide sul fai da te, promozioni e sconti.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta