Ottobre: calendario delle scadenze fiscali

Con l’arrivo dell’autunno e, l’addio ufficiale, all’Estate, accanto ad un pizzico di malinconia per la bella stagione ormai agli archivi, l’arrivo del freddo è seguito da ulteriori scadenze fiscali piuttosto calde in termini di vicinanza temporale. Ecco quali sono.

Ottobre: ecco, in calendario, tutte le scadenze fiscali

Il mese di ottobre 2022 ha una lunga serie di scadenze da rispettare. Vediamo quali in sequenza.

3 ottobre

Si comincia con i contratti di locazione ed affitto che sono sottoposti alla cedolare secca e, pertanto, risultano essere costretti a versare l’imposta di registro sui contratti di locazione ed affitto stipulati entro il 1.09.2022 e sottoposti a rinnovo, attraverso precompilazione del modello “f24”.

10 ottobre

Il 1o Ottobre è la data da cerchiare in rosso per i datori di lavoro che abbiano lavoratori domestici al proprio servizio.

In tal caso vige obbligo di versare i contributi dovuti all’inps, di scadenza trimestrale, relativamente al trimestre precedente.

Per l’effettuazione corretta del pagamento è possibile usufruire del servizio “reti amiche”, fornendo il proprio codice fiscale ed il codice rapporto di lavoro.

Telematicamente si attiverà la procedura di calcolo dell’importo da versare

15 ottobre

I possessori di Partita Iva, saranno tenuti a versare le imposte maturate sulla scorta delle dichiarazioni dei redditi annuali delle persone fisiche o delle società di persone, che abbiano optato per il pagamento a rate ed effettuato il primo versamento entro il 30 Giugno 2022.

In tal caso, la 5a rata dovrà essere versata con interessi pari a 1,17%

Chi, invece, si avvale di effettuare il primo pagamento entro il 22 Agosto 2022 (dpr n.425 del 2001), dovrà versare nella data del 15 ottobre 2022, la 4a rata con maggiorazione dell’intero importo da rateizzare pari allo 0,40%;

I versamenti summenzionati devono essere effettuati con modello F24 mediante modalità telematiche anche a mezzo di intermediario che risulti essere abilitato al servizio.

20 ottobre

Il giorno 20 risulta essere cerchiato in rosso per le scadenze fiscali in capo alle agenzie di somministrazione di lavoro.

Quest’ultime, infatti, sono obbligate a dare menzione di tutti i rapporti instaurati, cessati o trasformati nel mese precedente, per quanto concerne la categoria dei lavoratori somministrati.

Le modalità di versamento sono di tipo telematico, presso il Centro per l’Impiego competente e mediante modello UNIFICATOSOMM entro e non oltre il 20° giorno dal mese successivo a quello del singolo evento;

Il modulo da completare, deve avere le seguenti caratteristiche peculiari:

deve riportare i seguenti elementi:

  • inizio del rapporto di lavoro non contestuale alla missione;
  •  inizio del rapporto di lavoro contestuale alla missione; trasformazione del rapporto di lavoro in costanza di missione;
  •  trasferimento del lavoratore in missione;
  •  cessazione del rapporto di lavoro contestuale alla missione;
  •  cessazione del rapporto di lavoro in assenza di missione;
  •  cessazione anticipata della missione.

31 ottobre

Dulcis in fundo, il mese di Ottobre si chiude con il pagamento del Canone Rai.

I cittadini obbligati al pagamento del canone legato all’uso privato della tv, per i quali non sia possibile procedere all’addebito diretto delle fatture emesse dalle imprese elettriche, saranno tenuti al pagamento della quarta rata trimestrale del canone.

Il rinnovo di pagamento del canone rai è obbligatorio per uso tv e va erogato in tali singoli modi:

  • unica rata di euro 90,00 euro fino al 31 Gennaio 2022
  • Pagamenti in due semestri (31 Gennaio -31 Luglio) per il corrispettivo di euro 45,94
  • quattro rate trimestrali, da versare tassativamente entro il 31 Gennaio, 30 Aprile, 31 Luglio e 31 Ottobre per un corrispettivo di euro 23,93 cadauna.