Gennaio 2022: le scadenze fiscali del mese

L’Epifania tutte le feste porta via ma non gli adempimenti fiscali: ecco a voi il vademecum del primo mese del 2022 per quanto attiene le scadenze fiscali.

Gennaio 2022: ecco tutte le scadenze del nuovo anno

Si parte con il botto, quello fiscale per quanto attiene il primo mese del 2022.

Datori di lavoro sempre più allerta in questo periodo per l’adempimento dei contributi trimestrali relativi all’anno precedente ed attinenti i lavoratori addetti ai servizi domestici e familiari.

Per il versamento di tali contributi è possibile servirsi di sportelli postali, tabaccherie, sportelli bancari Unicredit spa o mediante il sito internet gruppo Unicredit spa per i clienti titolari del servizio di Banca on-line.

20 Gennaio: versamento contributi settore autotrasporto e logistica

Tale data costituirà ultimo giorno utile per le imprese ed agenzie marittime che applicano ai propri dipendenti le condizioni del Ccnl del settore autotrasportatori e logistica.

In particolare ci sarà da versare i contributi relativi al mese precedente attraverso bonifico o trasmissione della distinta.

L’importo, in particolare, corrisponderà al totale della distinta calcolata attraverso il software Telefasc.

Per quanto attiene la causale, si ricorda, di apporre i seguenti dati e le seguenti coordinate bancarie:

Codice Fiscale dell’Azienda – Ragione Sociale dell’Azienda – Periodo di Competenza (es. 2010/01)  N.B. Per i bonifici dei contributi ordinari non indicare nessun altro dato.

Coordinate Bancarie  IBAN:  IT 70 M 01030 01600 000008090001 Intestatario Conto: FASC Fondo Agenti Spedizionieri e Corrieri – Cin: M Abi: 01030 Cab: 01600 Conto: 80900.01 Per i bonifici provenienti da circuiti bancari al di fuori della Comunità Europea CODICE SWIFT: PASC ITMMMIL

26 Gennaio: versamento acconto IVA anno 2021

Si va verso la fine del mese, cari contribuenti o possessori di partita iva: a tal proposito, urge ricordare che la data del 26 Gennaio è l’ultima a disposizione per procedere alla regolamentazione del versamento dell’acconto Iva concernente l’anno precedente, non ancora corrisposto lo scorso 27 Dicembre 2021.

Al capitale andranno ad aggiungersi gli interessi legali e la sanzione ridotta ad 1/10 per effetto del cosiddetto “ravvedimento breve”.

Il versamento sarà eseguito mediante la compilazione del modello F24, in via telematica ovvero direttamente attraverso la compilazione dello stesso tramite sportello abilitato.

31 Gennaio: bollo automobilistico

Dulcis in fundo il mese si chiude, per gli automobilisti con il pagamento del bollo scadente a Dicembre 2021 salvo che si risieda in Regione che applichi termini di pagamento differenti.

Il bollo potrà essere versato previo pagamento di apposito bollettino postale sul c/cp ovvero mediante le Tabaccherie abilitate o le agenzie di pratiche auto.