Superbonus: 500 euro in meno in bolletta

Davide Bernasconi
  • Dott. in Economia e Commercio
16/07/2022

Superbonus 110%: primi dati positivi secondo l’indagine di Nomisma. L’agevolazione così tanto contestata permetterà ben 500 euro di risparmio in bolletta.

Superbonus: 500 euro in meno in bolletta

Quanto costa il Superbonus 110% alle casse dello Stato e quindi, in concreto, a noi italiani? E’ la domanda che ci rincorre ormai da qualche mese, da quando il governo ha messo nel mirino l’agevolazione fiscale che rischia di far finire sull’orlo del baratro molte aziende edili se venisse stravolto nei prossimi mesi, conseguenza anche delle numerose truffe che sono state scoperte dopo accurate indagini da parte della Guardia di Finanza.

Poco invece si è parlato nel frattempo di quale sia il risparmio energetico dopo che le abitazioni sono state sottoposte ad interventi di efficientamento. Secondo quanto emerge primo Bilancio Sociale e Ambientale del Superbonus 110%, indagine presentata nei giorni scorsi da Nomisma e promossa con Anci Emilia Area Centro, il Superbonus 110% ha contribuito a realizzare un valore economico pari al 7,5% del Pil italiano, mentre la riduzione del 50% delle emissioni di CO2 nel perimetro degli edifici riqualificati garantirà un risparmio in bolletta fino a 500 euro.

L’indagine dunque mette in mostra come i benefici per l’ambiente e la bolletta siano davvero notevoli, potendo così far compiere al Paese una serie di passi decisi verso la transizione ecologica.
In maniera sintetica, 38,7 miliardi di euro investiti dallo Stato hanno generato il valore economico di 124,8 miliardi di euro (appunto il 7,5% del PIL).

In termini ambientali, notevole anche la riduzione delle emissioni globali, pari a 979 mila tonnellate di CO2, un risparmio di CO2 del 46,4% con 3 salti di classe energetica.

Per quanto riguarda invece la potenza rinnovabile, si è registrato quasi il 50% dell’incremento di potenza rinnovabile (fotovoltaico/pannelli solari) installata in termini di numero di interventi.

Sono così stati immessi in circolazione 106 milioni di kW annui di energie rinnovabili, dunque, secondo Nomisma, una dimostrazione che il Superbonus si sta dimostrando una strada ideale per convincere gli italiani ad intervenire sul patrimonio immobiliare.