Risparmiare energia sotto la doccia? Ecco come fare

Patrizia D'amora
  • Autore - Laurea in Giornalismo
21/09/2022

Come risparmiare sulle bollette dell’energia? Consigli utili per consumare meno acqua sotto la doccia. Cosa sapere e quali errori evitare per spendere meno e dare un taglio agli sprechi.

Risparmiare energia sotto la doccia? Ecco come fare

Un recente studio condotto dalla società americana per la protezione ambientale (EPA) ha dimostrato che l’acqua consumata sotto la doccia è tre volte inferiore a quella che occorre per riempire una vasca da bagno. In 5 minuti sotto la doccia, infatti, si consumano circa 90 litri, a differenza dei 300 litri di una vasca colma.

Quindi, preferire la doccia alla vasca da bagno aiuta già a dare un taglio agli esagerati costi in bolletta. Tuttavia, è possibile risparmiare ulteriore acqua ed energia mettendo in pratica alcuni semplici consigli proprio sotto la doccia.

Anzitutto, è importante diminuire la durata. In 3 minuti, l’acqua necessaria a lavarsi sarà pari a 45/50 litri. Un altro consiglio utile è utilizzare meno acqua calda: la diminuzione della temperatura di circa 3 gradi consentirà di farti risparmiare fino al 9% di gas in meno.

Oltre alla durata della doccia e alla temperatura dell’acqua, fai attenzione anche alla portata del getto. L’installazione dei riduttori di flusso e delle doccette a risparmio idrico è fondamentale per dare un taglio consistente ai prezzi folli dell’energia.

Ma occhio ai rubinetti: se ti accorgi che ci sono perdite d’acqua dopo l’uso, non aspettare troppo per chiamare l’idraulico. Le spese potrebbero lievitare!