Ora legale tutto l’anno? L’idea risparmio per il 2023

Davide Bernasconi
  • Autore - Laurea in Economia e Commercio
01/09/2022

Proposta choc: se l’ora legale rimanesse in vigore per tutto l’anno senza cambi? Sul tavolo del Governo a breve potrebbe arrivare quest’idea per risparmiare.

Ora legale tutto l’anno? L’idea risparmio per il 2023

Tema delle ultime settimane e che imperverserà nei prossimi mesi, con grande attenzione da parte soprattutto delle famiglie che temono di veder erosi i loro risparmi per pagare le bollette di luce e gas. Ora, arriva una proposta choc da parte della Società Italiana di Medicina Ambientale (Sima) che chiede al Governo Draghi, ancora in carica, di estendere l‘ora legale a tutto l’anno, senza quindi limitazioni ed abbandonando il classico giro delle lancette che avviene a fine ottobre e a fine marzo.

In un comunicato ufficiale, il presidente Sima, Alessandro Miani ha dichiarato:

La politica discute di razionamenti del gas alle imprese, sabato in Dad per le scuole e riduzione della durata dei riscaldamenti dal prossimo autunno, ma dimentica che già dal 2018 il Parlamento Europeo ha approvato con l’84% dei voti favorevoli l’abolizione dell’obbligo del cambio di orario due volte l’anno, lasciando di fatto liberi i vari Stati di scegliere se optare per l’ora solare o legale. Il passaggio permanente all’ora legale consentirebbe di guadagnare un’ora di luce e calore solare ogni giorno e, considerati gli attuali prezzi del gas, determinerebbe nel nostro paese risparmi sui consumi di energia stimabili in circa 1 miliardo di euro solo nel primo biennio.

Ricordiamo infatti che è già da circa 4 anni che ciascun paese appartenente alla Comunità Europea è libero di scegliere, come meglio crede, in merito ad ora legale/solare.

Secondo i calcoli effettuati da SIMA, il risparmio energetico che deriverebbe dalla scelta permanente dell’ora legale consentirebbe di ridurre le emissioni per circa 200.000 tonnellate di CO2 all’anno.

Prima che si verificasse l’aumento pazzesco dei prezzi del gas, i dati diffusi da Terna hanno stimato in 420 milioni di kilowattora l’energia elettrica risparmiata nei 7 mesi del 2022 in cui vige l’ora legale, consentendo così un minor consumo di elettricità in 15 anni pari in Italia a 10 miliardi di kilowattora, complessivamente €1,8 miliardi risparmiati proprio grazie all’ora legale.