Olanda: adesso i ponti sono in lino

Davide Bernasconi
  • Autore - Laurea in Economia e Commercio
14/08/2022

L’incredibile ponte costruito in Olanda utilizzando la fibra del lino. Il progetto ed il concept dell’idea.

Olanda: adesso i ponti sono in lino

Non ci sarà più bisogno di metalli e leghe di altra fattura per realizzare i ponti che uniscono i due versanti opposto di un fiume. In Olanda, precisamente ad Almere, sarà infatti ben presto inaugurato un ponte circolare intelligente costruito con lino.

E non sarà l’unico, visto che poco dopo vedranno la luce altre costruzioni identiche, uno sempre in Olanda e l’altro in Germania, strutture di elevato livello tecnologico che fanno parte del progetto Europeo Smart Circular Bridge, sponsorizzato dall’Università di Tecnologia di Eindhoven.

Il ponte (pedonale) è interamente realizzato al 100% con fibre di lino naturale, ha una lunghezza di 15 metri mentre il 25% della resina che lega insieme queste fibre di lino deriva da fonti non fossili. ma l’obbiettivo è di arrivare a realizzare nei prossimi ponti mediante l’impiego di bioresina al 60%. Verranno utilizzati i rifiuti della produzione di biodiesel e bottiglie riciclate in PET.

Sul ponte sono presenti numerosi sensori, circa un centinaio, che consentono di avere dati e informazioni sul comportamento del ponte in base al flusso pedonale o della stagione, potendo così conoscere lo stato di usura di tutti i materiali del ponte.

Per rendere sicuro il percorso, si è fatto ricorso ad un’intelligenza artificiale che studia e riconosce il comportamento dei materiali.

I dati sono per di più pubblici e permetteranno così agli ingegneri di usarli per migliorare i modelli di calcolo e materiali. Inoltre, la salvaguardia del pianeta e delle risorse è al primo posto, potendo pensare a come riciclare e smaltire i materiali a fine vita. Sono 3 le opzioni di riciclaggio: meccanico, chimico e perfino biologico (con l’aiuto di speciali funghi).