La “decolonizzazione” dello stile architettonico in Nigeria

L’obiettivo dell’architetto nigeriano Demas Nwoko è quello di rendere libero lo stile architettonico nigeriano, fondato ancora su un quadro post-coloniale. La sua ricerca prevede uno stile peculiare, sostenibile e innovativo

La “decolonizzazione” dello stile architettonico in Nigeria

Questo architetto di 84 anni mostra un grande impegno a livello civile, sociale, ambientale. La sua corrente di pensiero è meglio simboleggiata dalla sua casa. Essa è realizzata in mattoni prodotti con il terreno estratto durante il processo di scavo. I pavimenti e le porte, sono stati interamente realizzati col legno degli alberi rimossi nell’area da edificare. Inoltre, i muri esterni e interni dell’abitazione sono stati ricavati dalla pietra di granito, in cave locali.

Da notare che la casa non necessita di un sistema di condizionamento, in quanto usufruisce già di un condizionamento naturale, con muri formati da fango, che mitigano la temperatura, con un lieve effetto refrigerante. Da un lato si vuole quindi affermare una nuova identità, con la diffusione in Nigeria di case basate su tale modello, dall’altro si vuole dare il proprio contributo alla sostenibilità e all’economicità delle costruzioni. Il che dovrebbe favorirne ulteriormente la diffusione.