Infissi ecosostenibili: quali scegliere

Rubino Anna
  • Giornalista
17/11/2022

L’attenzione e la salvaguardia per il nostro pianeta ci indirizza verso scelte ecosostenibili anche in merito agli infissi. La sensibilità dei compratori è volta verso acquisti sostenibili e bio.

Infissi ecosostenibili: quali scegliere
infissi

La scelta degli infissi e delle porte deve essere fatta con oculatezza sia che si tratti di una casa da ristrutturare che di una nuova abitazione.

L’efficienza di questi complementi d’arredo aiutano ad abbattere i consumi, a sua volta a far diminuire gli importi riportati sulle bollette. Diminuire i consumi apporta notevoli vantaggi non solo alla nostra casa, ma anche sull’impatto ambientale.

Quindi come si scelgono porte e infissi ecosostenibili? Bisogna considerare due variabili: i materiali impiegati per la loro produzione e la classe energetica che possono far raggiungere a un appartamento.

I materiali eco in assoluto sono il legno, il PVC e l’alluminio. Il legno viene prodotto e lavorato in una filiera industriale “a zero scarti”. In alternativa al legno, c’è l’alluminio o per il PVC. Il primo può essere totalmente riciclato una volta dismesso, mentre il secondo richiede un processo di lavorazione veloce e meno inquinante rispetto alla produzione di altri materiali.

La classe energetica è la classificazione che indica il grado di consumo energetico di un’abitazione. Per avere una casa con un consumo energetico a basso impatto, è necessario installare porte e finestre che garantiscano un isolamento termico classificabile almeno nella classe A.

Leggi anche Porte da interni