Fotovoltaico: ora basta il Modello Unico

Finalmente arrivata la firma che mancava: installare pannelli fotovoltaici domestici è molto più semplice. Il Modello Unico è legge.

Pannelli fotovoltaici domestici: i permessi non servono più

Mancava un tassello, non da poco, perché diventasse finalmente legge e la materia, è il caso di dire stava diventando incandescente. Ora in Italia, chi vorrà installare pannelli fotovoltaici per la produzione di energia potrà farlo in maniera molto più semplice e rapida, senza dover aspettare la lunga trafila della burocrazia.

Già nello scorso aprile era arrivato, assieme al decreto bollette, la norma che equiparava l’installazione di un impianto solare viene equiparata alla manutenzione ordinaria, dunque parificato ad un intervento domestico di routine. Unica eccezione era rimasta per i palazzi ed opere ad alto storico e culturale, in quanto soggetti alla richiesta ed ottenimento del nullaosta paesaggistico.

Adesso, con l’arrivo del Modello Unico, anche per le imprese sarà più semplice installare impianti, purchè di potenza massima pari a 200 kW. Era necessaria la firma e pubblicazione del Decreto attuativo del ministero della Transizione Ecologica perchè diventasse legge.

Il Modello Unico diventa così un’ulteriore semplificazione burocratica, da utilizzare per la realizzazione, la modifica, il potenziamento, la connessione e l’esercizio degli impianti con caratteristiche specifiche:

  • situati presso clienti finali già dotati di punti di prelievo
  • i lavori siano semplici
  • deve essere richiesto il ritiro dell’energia al Gestore dei Servizi Energetici (Gse)

Per la stesura della pratica, il richiedente deve  soltanto compilare e trasmettere il modello al proprio gestore di rete, il quale è incaricato di effettuare le necessarie verifiche. Nel momento in cui i controlli hanno dato esito positivo, la connessione alla rete viene avviata automaticamente.