Fotovoltaico 3D a scacchiera: l’ultima frontiera del rinnovabile

Rubino Anna
  • Giornalista
09/11/2022

Il settore delle fonti rinnovabili è sempre alla ricerca di miglioramenti, per aumentare l’assorbimento della luce delle celle solari. Il fotovoltaico 3D a scacchiera è l’ultima frontiera in termini di energia.

Fotovoltaico 3D a scacchiera
Fotovoltaico

Che cos’è il fotovoltaico 3D a scacchiera?

Sono pannelli fotovoltaici con un semplice motivo a scacchiera, che consente di assorbire il 125% di luce. Di conseguenza di produrre 10 volte più energia elettrica.

Una vera svolta, secondo le ricerche degli scienziati, che potrebbe portare alla produzione di pannelli solari più sottili, leggeri e flessibili.

Il fotovoltaico 3D a scacchiera sarebbe in grado di alimentare più case ed essere utilizzati da una gamma più ampia di prodotti.

I ricercatori dell’Università di York hanno condotto uno studio di ricerca in collaborazione con l’Università Nova di Lisbona. Il focus dello studio è capire come i diversi design delle superfici possano cambiare l’assorbimento della luce solare nelle celle fotovoltaiche, che unite formano i pannelli.

Lo studio ha riscontrato che una soluzione di pannelli fotovoltaici a scacchiera “in 3D” riesce a incrementare le prestazioni delle celle e la loro capacità di assorbire la luce del 125%.

La vera rivoluzione risiede nel fotovoltaico con motivo a scacchiera che migliora la diffrazione aumentando la probabilità che la luce venga assorbita e poi utilizzata per creare elettricità.