Famiglie sempre più povere: solo il 5% ottiene un mutuo

Rubino Anna
  • Giornalista
26/10/2022

Casa: un terzo delle famiglie  più povere vive in affitto, niente mutuo, solo il 5% ha il privilegio di potersi concedere un mutuo.

Famiglie sempre più povere solo il 5% prende un mutuo
mutuo casa

La situazione economica davvero precaria per molti impone alle famiglie italiane di vivere in affitto. Gravi difficoltà finanziare non consentono di chiedere un mutuo. Sempre più le famiglie abbienti che vivono in modo precario e non riescono a comprare casa, costrette a scegliere la soluzione di un affitto.

Attualmente 18,2 milioni di famiglie, pari al 70,8% del totale, sono proprietarie dell’abitazione in cui vivono; 5,2 milioni vivono in affitto mentre 2,2  milioni dispongono dell’abitazione in usufrutto o a titolo gratuito.

Le famiglie proprietarie di un’abitazione e che pagano il mutuo rappresentano invece il 12,8% del totale, circa 3,3 milioni di famiglie.

Sulla base dei dati Eurostat risalenti al 2020, la percentuale di persone che vivono in affitto o a titolo gratuito in Italia sono il 24,9% una percentuale davvero bassa rispetto alla media europea pari al 34%.

L’incidenza di povertà assoluta è un indicatore che influisce molto sulle famiglie che vivono in affitto. Nel 2021 oltre 889 mila le famiglie povere in affitto, corrispondente al 45,3% di tutte le famiglie povere. Le spese per l’abitazione (condominio, luce, acqua, gas, riscaldamento, servizi manutenzione primaria) pesano ancora di più sull’affitto, soprattutto per le famiglie più povere.