Gli elettrodomestici spenti consumano più di quelli accesi: ecco perché

Molti elettrodomestici consumano più di quelli spenti e incidono notevolmente sul rialzo delle bollette. Scopriamo insieme cosa si cela dietro a questo paradosso e come risparmiare sui consumi.

Gli elettrodomestici spenti consumano più di quelli accesi: ecco perché
Presa elettrica

Con la crisi energetica in atto si fa sempre più attenzione ai consumi e lo sguardo alle bollette è sempre più attento. Da non sottovalutare l’utilizzo degli elettrodomestici e sapere che questi consumano anche da spenti può essere un ottimo spunto per ridurre le tento odiate fatture dell’elettricità.

Molte persone sono legate alla falsa credenza che una volta spenti, il consumo degli elettrodomestici si azzeri ma in realtà non è così. La verità è che essendo connessi ancora alla corrente si continua a consumare energia, sebbene non siano più in funzione. Le luci rosse che spesso notiamo, indicano che un apparecchio non è spento ma si trova in standby e questo fattore incide notevolmente sulla bolletta. Anche i caricatori dei cellulari che troppo spesso lasciamo inseriti nella prese in attesa della prossima carica, sono decisamente energivori.

Dietro un elettrodomestico lasciato in stand-by si nasconde una spesa annua di 100/150 euro ma potrebbe anche aumentare. È importante quindi prestare maggiore attenzione ai consumi e ricordarsi di spegnere realmente i nostri apparecchi di casa senza lasciarli in pausa.