Dal 14 Dicembre la tua casa potrebbe valere ZERO

Rubino Anna
  • Giornalista
25/11/2022

L’aggiornamento della direttiva europea sull’efficientamento energetico delle abitazioni avrebbe un impatto devastante sull’economia italiana e sulle tasche dei cittadini. Ecco cosa potrebbe succedere.

Dal 14 Dicembre la tua casa potrebbe valere ZERO
Soggiorno moderno di classe

Il 14 dicembre potrebbe arrivare una disposizione che rischia di azzerare il valore della gran parte delle case in Italia.

La Commissione Europea si presta a presentare la proposta relativa all’efficientamento energetico delle abitazioni come previsto dal piano per la riduzione delle emissioni di CO2 collegato all’obiettivo “Fit for 55”. La direttiva EPBD si pone l’obiettivo di avere nell’Unione Europea dal 2050 solo case a emissioni zero, sia quelle di nuova costruzione che quelle esistenti.

Nella bozza della nuova EPBD è previsto che dal 2027 tutti gli Stati dell’Unione Europea vietino la vendita e l’affitto degli immobili di classe inferiore alla classe energetica E. Dal 2030 toccherà a quelli in classe energetica D, dal 2033 gli immobili inferiori alla C.

Per gli appartamenti in condominio le scadenze dovrebbe essere posticipate: dal 2030 per la classe E, dal 2033 per la D e dal 2040 per la C.

L’unica possibilità per superare il divieto di vendita o affitto sarà di portare l’abitazione alla classe energetica minima indicata dalla direttiva, entro tre anni dalla stipula dell’atto di vendita. Per i nuovi edifici si prevede che dovranno essere ad emissione zero dal 2027 quelli pubblici e dal 2030 quelli privati.