Bonus prima casa: nuda proprietà non vale

Davide Bernasconi
  • Dott. in Economia e Commercio
01/07/2022

Bonus prima casa: attenzione al riacquisto della casa. Non vale comprare la sola nuda proprietà per beneficiare dell’agevolazione. La risposta dell’Agenzia delle Entrate.

Bonus prima casa: nuda proprietà

Niente bonus prima casa per chi effettua il riacquisto della nuda proprietà di un immobile, dopo aver proceduto alla vendita della casa comprata utilizzando le agevolazioni fiscali.

La regola vale anche per i cittadini residenti all’estero e iscritti all’AIRE, i quali possono beneficiare del bonus prima casa per il primo immobile posseduto in Italia, senza obbligo di cambiare la propria residenza.

E’ stata la stessa Agenzia delle Entrate che, con la risposta all’interpello n. 349 del 28 giugno 2022, ha delimitato il campo di applicazione del bonus prima casa in caso di riacquisto.

In risposta ad un’istanza di interpello all’Agenzia delle Entrate presentata da una cittadina italiana residente all’estero e iscritta all’AIRE, che aveva venduto l’immobile prima che fossero trascorsi 5 anni, ed aveva acquistato beneficiando del bonus prima casa.

Dunque decade il beneficio della riduzione delle imposte di registro, ipotecaria e catastale: soltanto il riacquisto entro l’anno di un nuovo immobile è valido. Tuttavia, e qui arriva la novità, se si provvede al riacquisto ma solo con intestazione della nuda proprietà, l’operazione non è valida.

Pertanto, il nuovo acquisto deve essere tala da consentire al contribuente l’utilizzo dell’immobile in via piena ed esclusiva.