Bonus IMU 2022: ecco a chi spetta

Davide Bernasconi
  • Autore - Laurea in Economia e Commercio
20/09/2022

Arriva il Bonus IMU per il settore turistico. Credito d’imposta per le aziende con una semplice autodichiarazione del calo del fatturato. Quando si potrà accedere.

Bonus IMU 2022: ecco a chi spetta

Novità Bonus IMU ma non per tutti: quando si tratta di pagare tasse ed imposte sulla, un bene primario per l’italiano, sentire la notizia che esiste un’agevolazione per pagare di meno mette subito sull’attenti.

E’ stato infatti pubblicato lo scorso 16 settembre dall’Agenzia delle entrate il comunicato con le modalità e le norme per presentare la domanda per accedere a tale agevolazione. Ma chi potrà accedere?

Il Bonus IMU riguarda le aziende del settore turistico che potranno presentare domanda a partire dal prossimo 28 settembre 2022 fino al 28 febbraio del 2023. Nel caso vengano accettate, le aziende potranno beneficiare di un credito di imposta del 50% della seconda rata Imu 2021.

Fra le tipologie ammesse sono comprese tutte le strutture ricettive come anche agriturismi, campeggi, le aziende che operano per fiere e congressi, oltre alle terme e i parchi a tema.

I requisiti finanziari per poter presentare domanda richiedono di aver registrato un fatturato inferiore del 50% nel secondo trimestre del 2021 rispetto a quello realizzato nel secondo trimestre 2019. E’ sufficiente un’autodichiarazione.

Sarà poi l’Agenzia delle Entrate a rilasciare la ricevuta di aver preso in carico la domanda entro 5 giorni dall’invio mentre entro il decimo giorno verrà comunicato l’esito della richiesta. In caso di responso positivo, il credito d’imposta potrà essere utilizzato già dal giorno seguente.

Qualora il credito d’imposta fosse superiore a €150mila, saranno necessarie le verifiche secondo il Codice delle leggi antimafia. Anche in questo caso, sarà l’Agenzia a dare comunicazione in merito all’accettazione o meno della domanda.