Bonus casa Under 36: 2 mesi e si chiude

Bonus casa Under 36: l’agevolazione per l’acquisto della prima casa per i giovani sta per scadere. Cosa succederà nei prossimi mesi?

Bonus casa Under 36: 2 mesi e si chiude

Sta arrivando agli sgoccioli il Bonus casa in favore degli under 36, con un ISEE inferiore a 40000 euro, che hanno intenzione di acquistare la prima casa con un’agevolazione interessante: si tratta infatti di non pagare in alcun modo le imposte di registro, ipotecarie e catastale per il suo acquisto.

Al contrario dell’agevolazione già esistente, e che continuerà anche dopo il termine dell’anno solare, per il bonus riservato ai minori di 36 anni il tempo stringe: sul calendario la data di scadenza del 31 dicembre 2022 si avvicina sempre più.

L’agevolazione era stata introdotta dal Governo Draghi oltre alla garanzia Consap rafforzata sui mutui. Dunque, rimangono poco più di due mesi prima di salutare la gratuità di questi oneri, a patto di trasferire entro 18 mesi, la residenza nel comune in cui ha comprato l’abitazione oltre a non possedere altri immobili che abbiano usufruito di tale vantaggio.

Questi i requisiti soggettivi richiesti per poter fruire dell’agevolazione che, al pari del più ampio bonus prima casa, spetta a chi ha o trasferisce entro 18 mesi la residenza nel Comune in cui acquista l’immobile, non risulta proprietario di altre abitazioni nello stesso territorio e non possiede altre abitazioni acquistate beneficiando delle agevolazioni fiscali.

Tuttavia non tutto è perduto: anche nel 2023 c’è possibilità di beneficiare del vantaggio, stavolta quello tradizionale, che consente di ridurre al 2% l’imposta di registro mentre vengono pagate in misura fissa, €50 ciascuna, le imposte ipotecarie e catastale.

Nulla esclude però, che con la formazione del nuovo governo, si possa arrivare ad una proroga anche per l’anno prossimo, al momento di votare la manovra finanziaria che si annuncia molto complicata già fin da ora.