Agritube, la coltivazione idroponica open-source

Patrizia D'amora
  • Dott. in Giornalismo
04/04/2022

Agritube è il progetto di coltivazione idroponica sostenibile sperimentato in Senegal. Un sistema open-source anti spreco e con un apporto minimo di risorse, per migliorare la vita di milioni di persone.

Agritube, la coltivazione idroponica open-source

Lorenzo Giorgi è un imprenditore sociale, co-fondatore di Glocal impact network. Dal 2017 la società opera nel campo dello sviluppo sostenibile, dedicando parte dei suoi progetti al miglioramento delle vite di milioni di persone.

Tra questi c’è Agritube, il prototipo di coltivazione idroponica fuori suolo sperimentato in Senegal e sviluppato dall’Agriculture unit di Glocal impact network.

Il sistema si basa su una tecnica di coltivazione fuori suolo alimentata a energia solare e che utilizza solo materiali reperibili a livello locale. Si tratta, dunque, di un modello semplificato di agricoltura low tech, facilmente replicabile nei contesti rurali del Sud del mondo.

L’utilizzo dei pannelli solari con batterie ricaricabili garantisce la sostenibilità e la scalabilità a lungo termine, mentre l’investimento sulle risorse locali abbatte i costi di trasporto e incentiva la produzione locale, nell’ottica di un’economia circolare realmente efficace e sostenibile. Giorgi ha dichiarato:

Sono convinto che l’imprenditoria abbia il dovere di produrre soluzioni capaci di rispondere ai bisogni delle persone e di migliorare le nostre vite. Ho fondato Glocal impact network come esperimento, per dimostrare che si può fare impresa senza seguire un modello di business lineare e tradizionale […] Noi produciamo idee il meno inquinanti possibili, per provare a trovare soluzioni e risolvere problemi.