Ristrutturare il pavimento: come cambiarlo senza distruggere il vecchio

Prima o poi arriva per tutti il momento di ristrutturare il pavimento e il problema è sempre la polvere che si crea. Cambiare questo elemento di arredo comporta diversi passaggi, ma in qualche caso è possibile semplificare senza rompere il vecchio. Come si procede?

Ristrutturare il pavimento: come cambiarlo senza distruggere il precedente
Photo by karishea – Pixabay

Decidere di ristrutturare casa è sempre un’ottima idea per apportare quelle migliorie che rimandiamo da diverso tempo per questioni tempistiche o economiche. Anche i cambiamenti più piccoli infatti possono rappresentare una vera e propria svolta tra le mura domestiche, perché in grado di donare quel tocco in più che renderà diverso il modo in cui vediamo e percepiamo la nostra casa, soprattutto se abitiamo nello stesso posto da diverso tempo.

Ciò però non vuol dire che sia poco impegnativo, sia dal punto di vista tempistico che in termini di pulizia della casa. Chiaramente la complessità dei lavori dipende dal tipo di intervento che si desidera effettuare o di cui si ha bisogno.

Ad esempio, la sostituzione di un pavimento, può essere tanto faticosa quanto arricchente per la nostra casa perché le restituirà un aspetto totalmente nuovo e rigenerato. Per minimizzare al massimo le fatiche e gli eventuali errori, possiamo scegliere metodi più versatili. Gli stessi si prestano, in molti casi, anche all’utilizzo del fai da te.

Ristrutturare il pavimento: scegliere materiali più easy

Ristrutturare il pavimento: come cambiarlo senza distruggere il precedente
Photo by Pexels – Pixabay

Non è necessario puntare su un pavimento nuovo, ovvero uno che comporti la distruzione e la nuova posa. Possiamo anche rimodernare questo elemento attraverso materiali più versatili e coprenti, come per esempio il laminato.

Questo può essere definito come un materiale estremamente semplice da impiegare, perché lo si può applicare direttamente sul pavimento già esistente, rendendo il processo estremamente semplice e veloce. L’adattamento degli infissi non sarà poi un problema proprio grazie allo spessore molto sottile. Da non sottovalutare neanche il prezzo dello stesso, molto conveniente.

Abbiamo poi i pavimenti in linoleum, erroneamente confusi con il PVC. Questi donano anche un tocco green alla nostra casa poiché è una tipologia totalmente ecologica e riciclabile. Generalmente si presenta sotto forma di rotolo che viene applicato direttamente sul pavimento già esistente, evitando le fastidiose fughe che spesso creano più danni che benefici. Infatti questo materiale, oltre all’igiene, è particolarmente apprezzato per le sue naturali proprietà antibatteriche che renderanno la nostra casa più pulita e sicura.

Il grès laminato, invece, ha come principale pregio quello di essere un materiale estremamente sottile. Il suo spessore va infatti dai 3 ai 5 mm, cosa che renderà l’applicazione sul pavimento  semplice. È anche molto versatile, disponibile in diversi colori e fantasie. È infatti particolarmente apprezzato perché in grado di adattarsi ai diversi gusti ed esigenze di chi lo sceglie.

Il microcemento è invece indicato per chi vuole dare alla propria casa un aspetto totalmente nuovo ed innovativo senza effettuare operazioni particolarmente invasive. È così chiamato perché è composto da una base cementizia che permette alla superficie di essere estremamente compatta. Dona subito alla nostra casa un aspetto fresco e moderno.

Tra gli imbattibili, da sempre amato e scelto per arredare le proprie case, abbiamo poi il parquet. Si tratta di un tipo di pavimento che rivoluzionerà totalmente l’estetica della nostra abitazione pur non richiedendo particolari operazioni e procedure e pur senza creare disagi.

Il PVC è sempre adatto

Ristrutturare il pavimento: come cambiarlo senza distruggere il precedente
Photo by qimono – Pixabay

Ma tra i materiali più apprezzati, quando si parla di rimodernare e ristrutturare la propria casa, non può poi mancare il pavimento in PVC. È particolarmente indicato se dobbiamo ricoprire pavimenti rovinati o usurati, ad esempio di una casa in cui vivete da diverso tempo.

Tra i motivi per cui è vivamente consigliata la scelta di questo materiale, abbiamo la grande resistenza all’umidità. Inoltre risulta estremamente semplice da applicare al pavimento e adattabile agli stili e gusti più svariati.