Impianti di climatizzazione canalizzati: progetti, vantaggi, costi

Gli impianti di climatizzazione canalizzati, una soluzione efficace per distribuire aria condizionata in tutta la casa: progettazione, pregi e difetti, detrazioni fiscali e costi.

Impianti di climatizzazione canalizzati: progetti, vantaggi, costi

Una valida soluzione per raffrescare casa è installare un impianto di climatizzazione canalizzato, un sistema che diffonde aria condizionata in tutti gli ambienti, attraverso tubazioni montate nel controsoffitto.

Esteticamente si presenta con una unità esterna e uno split all’interno.

Scopriamo in questo nostro articolo come funzionano gli impianti di climatizzazione canalizzati, quali sono i pregi e difetti, progetti, detrazioni e costi per realizzare un simile sistema di raffreddamento per la casa.

Impianti climatizzazioni canalizzati progetti

Impianti di climatizzazione canalizzati: progetti, vantaggi, costi

Per progettare correttamente un impianto di condizionamento, è necessario comprendere innanzitutto come funziona.  Una soluzione che permette di veicolare la temperatura fresca in tutte le stanze di casa, attraverso dei bocchettoni montati in ogni ambiente.

I progetti più comuni consentono di nascondere i tubi dove passa l’aria condizionata canalizzata, dietro ad una serie di pannelli, generalmente realizzati in cartongesso. Le condutture tramite cui passa l’aria fresca sono invisibili.

La progettazione richiede diverse fasi e pertanto deve essere eseguita in modo meticoloso, essenziale per distribuire uniformemente i flussi d’aria ed evitare escursioni termiche tra le stanze comunicanti. Ecco perché è fondamentale affidarsi a personale specializzato, soprattutto se si dispone di una casa a più livelli e si vuole godere di una temperatura ottimale in ogni ambiente.

In linea di massima, per prima cosa, è importante individuare correttamente il miglior posto dove montare l’unità esterna. Lo step successivo è l’installazione della macchina interna. Si passa quindi a caricare il gas, completare i collegamenti elettrici, al collaudo e all’applicazione dei pannelli in cartongesso.

Le canalizzazioni prevedono la presenza di filtri antipolline, capaci anche di trattenere le sostanze nocive.

Impianti climatizzazioni canalizzati vantaggi

Impianti di climatizzazione canalizzati: progetti, vantaggi, costi

Il primo punto a favore dell’installazione di un impianto di climatizzazione canalizzato è di natura estetica. Non è necessario montare un’unità interna in ogni ambiente che si desidera raffrescare ma ne basta soltanto una. Un sistema ben nascosto, grazie un controsoffitto attraverso cui far passare le tubazioni.

Un altro importante pregio di questa tipologia di impianto è rappresentato dai più bassi consumi energetici, traducendosi in un risparmio in bolletta.

Anche la sua estrema silenziosità gioca a favore di questo tipo di soluzione per climatizzare casa.

Impianto climatizzazione canalizzato svantaggi

Impianti di climatizzazione canalizzati: progetti, vantaggi, costi

Naturalmente, prima di procedere all’installazione di un simile impianto, è opportuno esaminare anche eventuali problematiche a cui si può andare incontro. In primo luogo bisogna considerare che un impianto di climatizzazione canalizzato, presenta dei costi iniziali più elevati rispetto ad un tradizionale sistema di condizionamento.

Un altro aspetto da prendere in esame sono gli interventi per la realizzazione di un simile impianto. Sono infatti necessarie una serie di opere di muratura per installare i canali e per realizzare il controsoffitto.

La presenza di un motore unico può rappresentare anche uno svantaggio. In caso di malfunzionamento, l’intero impianto risulterà inutilizzabile. Da segnalare peraltro una manutenzione più costosa.

Potrebbe interessarti Impianto di fitodepurazione

Infine, a differenza dei climatizzatori tradizionali, il sistema di raffreddamento funziona in tutte le stanze. Ciò può rivelarsi un problema se non si desidera rinfrescare un singolo ambiente.

Costo impianto climatizzazione canalizzato

Impianti di climatizzazione canalizzati: progetti, vantaggi, costi

Quanto costa un impianto di climatizzazione canalizzato? Per rispondere a questa domanda, è necessario considerare materiali da comprare e lavori da realizzare. Bisogna pertanto includere:

  • Acquisto di canaline e raccordi.
  • Realizzazione dei collegamenti idrici ed elettrici.
  • Supporti per l’unità esterna e interna.
  • Cablaggio cavi.
  • Montaggio bocchettoni negli ambienti.

I prezzi differiscono tra loro in base al tipo di impianto che si sceglie di installare. In commercio sono disponibili prodotti delle migliori marche, fra cui segnaliamo Fujitsu, Daikin e Mitsubishi, alcuni tra i leader sul mercato.

Tanto per dare un’idea, la spesa complessiva può variare da un minimo di 1.500 euro a un importo massimo di 4.000 euro. Nel costo finale sono compresi materiali e lavori.

Detrazioni fiscali

Impianti di climatizzazione canalizzati: progetti, vantaggi, costi

Installare un climatizzatore canalizzato permette di usufruire di una serie di detrazioni fiscali. Agevolazioni che rientrano nel cosiddetto ecobonus. Si tratta di incentivi destinati a chi realizza interventi volti ad accrescere l’efficienza energetica della propria abitazione. Lo sconto da portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi, oscilla fra il 50% e il 65%. A tal riguardo, invitiamo a rivolgersi per maggiori informazioni a tecnici installatori specializzati, oltre che al proprio consulente di fiducia.

Conclusioni

Impianti di climatizzazione canalizzati: progetti, vantaggi, costi

La realizzazione di un impianto di climatizzazione canalizzato necessita un installatore qualificato. Soltanto dopo un sopralluogo di tecnici esperti, si potrà infatti fare la scelta migliore in base alle dimensioni del proprio appartamento. Ecco perché il consiglio è chiedere più preventivi ad imprese specializzate della zona e, dopo un’attenta comparazione dei prezzi, decidere a chi affidare i lavori.