Cestino della spazzatura: come rallentare la formazione dei cattivi odori


Il cestino della spazzatura che permette un rallentamento dei cattivi odori. I metodi alternativi per prevenire la formazione dei cattivi odori dei rifiuti in spazzatura.

fascette-stringicavo-coperchio-rifiuti


L’importanza dei cestini della spazzatura, per il compito che svolgono in una abitazione, non va sottovalutata. L’arrivo del caldo e della bella stagione può comportare alcuni problemi nel rapporto con i nostri rifiuti domestici.

Il calore non fa che proliferare la formazione di piccoli animaletti, fastidiosi e non certamente salubri per il nostro corpo. Inoltre l’odore che viene emanato dal sacchetto e dal contenitore non è decisamente piacevole anzi.

Potrebbe essere talmente disgustoso, se i rifiuti vengono lasciati a marcire, per errore, all’interno della stanza tanto che entrare in cucina ci risulterebbe assai poco piacevole.

secchio della spazzatura tecnologico

Cestino della spazzatura rallenta cattivi odori

La prima cosa indispensabile per un cestino della spazzatura è evitare che si formino i cattivi odori. Quante volte gettate via sacchetti semi vuoti solo perchè avete paura che si formino odori sgradevoli?


Leggi anche: Come eliminare i cattivi odori in cucina

Ebbene, a risolvere tale problema è stato il designer Andrea Putaggio che ha realizzato un cestino per rifiuti organici utilizzando la nanotecnologia, che permette di rallentare il processo di decomposizione e di conseguenza la formazione di cattivi odori.

Con questo cestino per i rifiuti ipertecnologico la vostra cucina sarà finalmente un ambiente privo di cattivi odori e ricco di design.

Come eliminare i cattivi odori della spazzatura

riciclare-zucca-rifiuti

Non mancano poi altre soluzioni adatte allo scopo di prevenire la formazione dei cattivi odori. Sebbene sia arcinoto che un ricambio continuo del sacchetto, con eliminazione dei rifiuti umidi in particolare, sia il consiglio basilare, può accadere una dimenticanza, il giorno che siamo distratti od abbiamo altri pensieri per la testa.

Tra le idee da tenere in considerazione, una è quella di spargere un cucchiaio di bicarbonato di sodio sul fondo del bidone dei rifiuti, dove poi andremo a sistemare il nostro sacchetto.

L’efficacia di questo trattamento avrà una durata di almeno una settimana, un tempo più che sufficiente per adempiere al compito prefissato.

Altra proposta è quella di spargere chicchi di caffè, da sistemare in un sacchettino all’interno del contenitore in maniera da assorbire l’effetto indesiderato.

Ultimo stratagemma che si può rivelare utilissimo è sistemare le scorze di un limone: l’odore dell’agrume risulta essere un deodorante perfetto allo scopo.

Filomena Spisso

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta