Pedana vibrante


Pedana vibrante: informazioni

La mi curiosità, legendo una rivista di sport e salute, mi ha portato a documentarmi sulla pedana vibrante. La rivista riportava questa dicitura: “la pedana vibrante permette, attraverso un allenamento costante e di qualità, una perdita di massa grassa ed un miglioramento generale del fisico, per cui 10 minuti trascorsi sulla pedana equivalgono ad 1 ora di intensa attività fisica”. Ora aiuto me e voi a caparci di più.

pedana vibrante

Cos’è la pedana vibrante
Premettiamo anzitutto che la pedana vibrante non è un elettrostimolatore passivo. Esistono in commercio due titpi di pedane: la pedana sussultoria (a vibrazione verticale, ossia su e giù; essa riesce a far contrarre e decontrarre le fasce muscolari senza sovraccaricare la parte muscolo-tendinea-cartilaginea e ne incrementa il metabolismo locale, nonchè la circolazione sanguigna)  e la pedana basculante (con movimento molto simile alla camminata; essa come sottolineano diversi studi, può essere usata per massaggi, riabilitazioni, estetica e benessere).

Come funziona e i benefici della pedana vibrante
Una volta saliti sulla pedana si aziona il programma scelto per lavorare su una specifica parte del corpo e si eseguono vari esercizi per 10 minuti, due o tre volte la settimana. Gli esercizi conferiscono al corpo un nuovo tono muscolare, utili anche dopo periodi di immobilità dovuti ad interventi chirurgici o traumi. La riacquistata tonicità muscolare aiuta anche a ridurre la sintomatologia legata all’artrosi, la debolezza generale e i disturbi dell’equilibrio e l’instabilità dell’andatura e della locomozione. La stimolazione effettuata dalla pedana sulle ossa, aiuta a prevenire l’insorgere dell’osteoporosi e a limitarne l’evoluzione una volta che questa si sia presentata. Infine, l’azione sul tono muscolare e la possibilità di bruciare rapidamente le calorie, permette di utilizzare la pedana vibrante, in associazione ad una dieta ipocalorica, per perdere l’eccesso di peso corporeo, incrementando il tono muscolare degli arti inferiori e dell’addome. (fonte: adieta.it)

——————–

Questo è quanto si legge sul web, mi chiedo voi cosa ne pensate?

Pianeta Design
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger

Google News

Vuoi essere aggiornato sulle ultime tendenze?

Accedi gratuitamente ai nostri video e guide sul fai da te, promozioni e sconti.

Commenti (3): Vedi tutto

  • xxgoblin - - Rispondi

    bhè.. sono molto dubbiosa sui benefici miracolosi che tanto si sentono in giro..
    e non mi sembra nemmeno così adatta alle persone anziane, al contrario di quanto dicono.

  • Vale - - Rispondi

    Ciao, io sono Valentina, ti posso dare la mia esperienza. Dunque io ho una pedana vibrante da circa un anno. ho la vibropower della tecnopower, la uso quando guardo la tv o ascolto la musica per rilassarmi. l’ho sempre usata per tonificare gambe glutei e pancia…devo dire che mi trovo molto bene: faccio poca fatica e i risultati si vedono e non è facile in una cosa con cui passi poco tempo, almeno a me non è mai capitato fino all’acquisto della pedana. infatti siccome si pu dire che da quando l’ho comprata la uso ogni giorno ne vorrei comprare un’altra tra un po’ con più funzionalità, dato che io ho quella base. Ti farò sapere :-)

  • Rosa Flood - - Rispondi

    Vale, vorrei chiederti se alla pedana vibrante associ anche un allenamento cardio con tapis roulant, cyclette ecc. oppure ti affidi solamente alle vibrazioni

Lascia una risposta