Hai mai pensato di vivere in un faro? Ecco 3 modi per realizzare il sogno


Da guardiano della notte a spazio abitativo: vivere in un faro non è più un sogno. Depenniamolo dalla nostra bucket list con questa guida ricca di idee originali per arredare e vivere nella torre luminosa più suggestiva che esista.

vivere-faro-21


Vivere un sogno e abitare casa si incontrano in uno spazio che fino a pochi anni fa era considerato all’appannaggio di pochi poeti e scrittori di romanzi. Parliamo del faro, ovviamente. Torre luminosa e intrisa dei profumi del mare, delle storie dei pescatori e delle peripezie dei navigatori esperti, il faro è oggi più di un “semplice” guardiano della notte. Se, infatti, questa struttura così suggestiva nasce per segnare coste pericolose, scogliere, rocce e ingressi ai porti (e persino navigazione aerea), in epoca moderna è stata rivisitata per permetterne il rilevamento a fini turistico-culturali e abitativi.

Oggi è possibile abitare all’interno di un faro e tre sono le modalità principali: si può comprare, si può affittare, si può prestare servizio in figura di guardiano (ruolo gettonatissimo tra giovani pensionati e persone che vogliono ritirarsi a vita tranquilla).


Leggi anche: Abitare in una torre


Vivere in un faro: pro e contro

Diverse sono le ragioni che spingono le persone a vivere in un faro. Che sia per un breve periodo o per tutta la vita, la necessità di evadere dal caos delle città rappresenta una delle principali “molle”. Ritrovare il senso della libertà troppo spesso oppresso dai doveri e dalla frenesia quotidiana, vivere da soli o con un nucleo ristretto di persone e, soprattutto, sentirsi parte della natura, sono tutte motivazioni nobili che partono da bisogni concreti.

vivere-faro-12

Rimanendo in tema “nobiltà d’animo”, la cessione da parte del territorio italiano di fari in affitto rappresenta la sublimazione di un progetto che vede nella rilevazione di territori un modo per creare turismo ecosostenibile (e dunque forza lavoro) e allo stesso tempo preservare questi gioielli del patrimonio nazionale. Traduzione? Vivere in un faro è la scelta perfetta per chi abbraccia i principi dell’eco-sostenibilità.

Leggi anche: Stile green: arredare casa in maniera ecologica

vivere-faro-2

Non solo hotel di lusso e bed & breakfast. È possibile vivere in qualità di guardiano, mansione che richiede molta meno assiduità in quanto i fari di oggi sono sempre più automatici e necessitano di controlli di manutenzione e di osservazione più che di reale funzionamento.

Si tratta, quindi, di una soluzione per chi è in pensione, per coppie che desiderano vivere lontano dalla città e nella natura, o per chi vuole vivere una vita semplice fatta di piccoli piaceri. Naturalmente, chi sceglie di intraprendere questa strada, non lo farà per soldi: si tratta, infatti, di una posizione poco remunerativa e più legata ad un cambiamento nello stile di vita che ad una scelta di carriera.

vivere-faro-3

I cons sono prettamente legati a questioni pratiche. Le persone che decidono di vivere in un faro devono tenere in considerazione una serie di problematiche che chi vive in città non ha mai dovuto ponderare.

In primis, elettricità. Il faro è una torre (spesso) isolata o collocata su un’isola, pertanto il generatore rappresenta spesso l’unica fonte di elettricità e, in alcuni casi, è difficile installare wi-fi e internet.

vivere-faro-18

Questo non significa che sia impossibile, anzi, ma è necessaria un’accurata verifica delle condizioni prima di partire all’avventura (soprattutto se non s’intende cambiare completamente vita e darsi all’ermetismo).

Un altro fattore da tenere a mente è l’umidità, la presenza di nebbia e di foschia che spesso (ma non sempre) tende a rappresentare un problema. Inoltre, la luce lampeggiante potrebbe a lungo risultare fastidiosa se non si cerca di ovviare attraverso una disposizione corretta e studiata degli arredi.

Vivere in un faro: idee di arredo

Il faro è una torre. La sua verticalità può essere sfruttata al meglio, ove possibile, creando un appartamento su diversi livelli o, ancora, facendola diventare una dimora di design a tutti gli effetti. Come? Con una scala maestosa a chiocciola, magari in acciaio o legno, che porti al loft.

vivere-faro-19

Leggi anche: Casa a tutt’altezza

Qui occorre una precisazione: esistono fari la cui torre è stata adibita allo spazio abitativo e in quel caso le dimensioni saranno appunto ridotte. Nel caso invece di abitazioni con villa circostante, le problematiche saranno sicuramente più legate a riscaldamento e manutenzione.

Camera da letto

È proprio al piano più alto che, generalmente, nei fari ristrutturati, trovano spazio le camere da letto. Trattandosi di metrature di norma ridotte, è bene ottimizzare lo spazio al meglio, sfruttando angolature e mobili in modo da concentrare gli essenziali (letto, armadio e magari, comodino) puntando ancora una volta sulla verticalità.

Un’idea è quella di disporre il letto salvaspazio su soppalco e prediligere mensole e soluzioni su parete.

vivere-faro-6

In alcuni casi, invece, la presenza di appartamenti o di spazi più ampi separati dalla torre, permette una sistemazione più comoda e vicina alle disposizioni di una casa classica.

vivere-faro-7

Cucina

Nei fari con casa separata o ambienti più ampi, la cucina si trova quasi sempre ai pani inferiori e tende ad essere modellata in base alle caratteristiche architettoniche della torre stessa. In presenza di una torre in mattone o con struttura lignea, avrà un aspetto più caldo, simile a quello delle case di campagna. Al contrario, le cucine dei fari con struttura in metallo, tenderanno a rispecchiare uno stile moderno.

vivere-faro-8

Arredamento

La luce e la creazione di punti focali illuminati è fondamentale. Un’idea è quella che vede la disposizione di specchi e accessori che aiutino ad ingrandire lo spazio e le pareti.

vivere-faro-16

La vicinanza al mare spingerebbe a prediligere un arredamento simile a quello delle case estive, dove il bianco trova spazio quasi ovunque. Nei fari in roccia, una soluzione è anche quella di sperimentare con decor in stile industriale, ma certamente sarà necessario abbandonare gli eccessi e abbracciare il minimalismo.

Interessanti sono le case dove l’adozione di complementi d’arredo in legno riflette a pieno la decisione di vivere immersi nella natura.Altrettanto meravigliosi sono anche gli arredamenti che puntano sul geometrico per richiamare all’architettura peculiare del faro.

vivere-faro-1

Vivere in un faro: nota bene

L’architettura del faro e la sua collocazione è un aspetto determinante, una variabile da cui dipenderà tutto il resto. In presenza di una torre su fondo roccioso, il faro si innalza, solitamente, su grosse fondazioni riempite in calcestruzzo e, dunque, si preferiscono adottare strutture a traliccio d’acciaio. Al contrario, quelle in muratura (sebbene ugualmente resistenti) sono sfavorite per pesantezza intrinseca.

I fantastici 3: fari meta di un weekend indimenticabile

Una gita fuori porta per godere delle meraviglie della natura. Amanti dei camping, dei weekend romantici e delle mete che aiutano a riscoprire lo stato più puro dell’essere: il faro è una meta must nella lista delle cose da fare nella vita. E noi abbiamo individuato tre fari da sogno che garantiranno un soggiorno in totale relax e pace.

Faro Capo Spartivento – Italiavivere-faro-22

In pole position c’è ovviamente il territorio sardo. La Sardegna, terra dei sapori e dei colori del cristallo, è vetrina di questo splendido faro, isolato sul promontorio di Capo Spartivento. Un hotel a cinque stelle con piscina e un giardino che si estende per circa 3 mila metri quadrati.

Faro di Punta Fenaio – Italia

Nostalgici di epoche passate, gioite. Questo faro di fine Ottocento è una perla rara che splende sull’isola del Giglio, nell’arcipelago toscano. Se menzionare la presenza di un ristorante gourmet appare superfluo, fare colazione su una terrazza che affaccia sul mare stuzzica sempre. Inoltre, è possibile noleggiare una barca per gite (dalle 4 alle 6 ore).

vivere-faro-23

El Far – Spagna

Scogli e calette di Llafranc fanno da culla a questo splendido faro situato sulla Costa Brava. Hotel di lusso e ristorante vista mare, con tramonti rosso fuoco inclusi nel pacchetto “Vinum Mare”, insieme al soggiorno con colazione, cena, ingresso al centro benessere dell’hotel Mas de Torrent e, per concludere, alla visita guidata della cantina Mas Oller DO Empordà con degustazione.

vivere-faro-24

Vivere in un faro: la galleria delle immagini

Idee e spunti per vivere il sogno: vivere in un faro, vicino al mare e a contatto con la natura. Lasciati ispirare sfogliando la nostra gallery.

 

Giosiana Giannatiempo

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta