Torrette elettriche: guida all’acquisto

Come scegliere la torretta elettrica, altrimenti detta multipresa verticale, più adatta te. Frequenza di utilizzo, dimensioni, costo: questi ed altri fattori da valutare in una pratica guida all’acquisto.

Torrette elettriche: guida all’acquisto

Al giorno d’oggi la tecnologia è entrata a far parte in maniera preponderante nelle nostre vite e con essa decine di cavi di alimentazione legati agli apparecchi elettronici che utilizziamo quotidianamente.

Forse starai pensando che molti di essi sono wireless, ma perfino nella casa più smart ci sarà un mobile dietro al quale sono nascosti grovigli di fili. Questi ultimi sono non solo antiestetici, ma possono rivelarsi anche pericolosi. Infatti, non di rado si inciampa in uno di essi, soprattutto se sono a terra oppure penzolano da un mobile all’altro.

Per ovviare a questi problemi, funzionali ma anche di design, ti basterà acquistare una torretta elettrica, conosciuta anche come multipresa verticale. Questa versione più moderna di una semplice ciabatta elettrica permette di sfruttare lo spazio in verticale e di conseguenza non accumulare cavi sul pavimento. Ad esempio, può essere tranquillamente posizionato sul proprio piano di lavoro, sia esso una scrivania o magari l’isola della tua cucina.


Leggi anche: Stufe elettriche a parete: modelli efficienti dal design elegante

Si tratta di un oggetto molto comodo perché dotato anche di prese USB e molto spesso con un cavo molto lungo, quindi sistemabile anche molto distante dalla propria posizione.

Gli usi più comuni di una torretta elettrica sono negli uffici, dove è spesso utilizzata per avere prese a portata di mano sulle scrivanie oppure sul tavolo in sala riunioni, e nei giardini, in modo da creare punti luce ad altezza d’uomo.

Fattori da valutare

Torrette elettriche: guida all’acquisto

In linea generale una torretta elettrica può essere fissa o a scomparsa. Il secondo caso è quello più utilizzato su piani di lavoro (incluse anche scrivanie) e top dei mobili della cucina. Scegliendo questa opzione, un elemento pratico come una multipresa diventa anche di design e verrà certamente notato dai vostri ospiti.

Molto probabilmente questa sarà l’unica decisione da valutare, per il resto tutto dipende dal vostro budget. Se è vero che non sempre spendere di più significa avere un prodotto migliore, quando si parla di apparecchi elettronici spesso è così.

Investendo una cifra maggiore all’inizio, si potrà stare più tranquilli circa il ciclo di vita del dispositivo in questione ed anche sulle sue prestazioni.

A tal proposito, prima di procedere con l’acquisto sarà importante fare chiarezza sulla destinazione d’uso della propria multipresa. Bisognerà innanzitutto misurare lo spazio che si ha a disposizione, poi stabilire il numero di prese desiderate ed infine, laddove possibile, lasciarsi aiutare dalle recensioni lasciate da altri acquirenti.


Potrebbe interessarti: Poltrona elettrica alzapersona: guida all’acquisto

Vero è che non sempre lo stesso prodotto, per quanto con un buon rapporto qualità/prezzo, va bene per tutti: molto dipende dai fattori citati prima e naturalmente dal budget disponibile.

Dal punto di vista dei consumi, una multipresa con interruttori indipendenti ti permetterà di gestire i flussi di corrente e quindi tenere sotto controllo i costi in bolletta.

Dove acquistare e prezzi di mercato

torrette-elettriche-guida-all’acquisto-5

Dato il loro prezzo generalmente contenuto, le torrette elettriche sono diventate molto diffuse e ne troverai in vendita sia online, ad esempio su Amazon, che nei negozi di elettronica.

Prima di scegliere quella da comprare, ti consigliamo di leggere le recensioni ed assicurarti che il prodotto che stai per prendere disponga dei timbri e dei certificati di garanzia necessari. Ancora, punta prima di tutto su brand noti.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Come abbiamo già accennato, affidarti ad un marchio conosciuto e quindi spendere qualcosina in più ti consentirà di avere un prodotto ampiamente testato e senza dubbio durevole. Ciò nonostante, è anche vero che le aziende piccole dovranno pur cominciare da qualche parte per cui potresti decidere di provare un loro prodotto consapevole di star effettuando un test. In fin dei conti, se hai valutato che non ne farai un uso frequente e non hai grosse pretese, potrai certamente accontentarti di un modello dal prezzo contenuto.

I brand più famosi in questo settore sono HOVNEE, Emuca, SCHÜTTE e l’orgoglio italiano BTicino. Il loro costo si aggira intorno ai € 35,oo: si parte da un minimo di € 20,00 fino ad un massimo di € 50,00. Sono escluse le torrette a scomparsa per le quali bisognerà considerare anche dei costi di installazione ed eventuale adeguamento dei mobili che le ospiteranno.

Una multipresa verticale a scomparsa di valore è la Orno AE-1341(GS), con 4 ingressi e un cavo Schuko da 1,5 m in dotazione. Invece, una più economica è Elbe Inno, con prese Schuko e USB.

Il non plus ultra è HOVNEE con 12 prese, 5 Slot USB e cavo da 2 metri. Questa torretta ha base ignifuga e porte di sicurezza integrate, caratteristiche non da poco soprattutto in luoghi pubblici dove vengono collegati svariati dispositivi e la sicurezza deve essere sempre al primo posto.

Torrette elettriche, guida all’acquisto: immagini e foto

Diversi modelli di torrette elettriche raccolti in questa gallery fotografica da non perdere.

Maria Chiara Barsanti
  • Laurea in Relazioni Internazionali presso L'Orientale di Napoli
  • Esperta in Digital Marketing e Comunicazione
  • Autore specializzato in Design, Lifestyle
Suggerisci una modifica