Consigli utili per conservare libri e giornali antichi


Possedete libri e giornali antichi che vi ricordano avvenimenti importanti ma ormai sono logorati dal tempo? Abbiamo la soluzione ai vostri problemi: 5 consigli utili per proteggere con cura giornali e libri antichi dal deterioramento dovuto al tempo, al clima e all’umidità. 

Libri, Antic


Libri e giornali sono documenti del passato. Ci sono pagine di giornale che hanno fatto la storia del nostro Paese, poche parole brevi e coincise a ricordarci momenti che non potremmo mai dimenticare. Titoli come il Fate presto scritto a caratteri cubitali sulla prima pagina de Il Mattino quando un violento terremoto devastò la Campania. Conservare questi giornali è un modo per conservare memoria di questi eventi ed insegnare alle generazioni futuri un pezzo della nostra storia.

Anche i libri possono essere custodi di ricordi importanti della nostra vita: alcuni libri sono un regalo fatto da persone importanti, magari una dedica scritta a mano ci fa ancora sorridere dopo anni.

Ci sono poi libri antichi, ormai fuori catalogo che sono diventati pezzi da collezione. Il tempo, si sa non è un’amico degli oggetti di carta: le pagine ingialliscono, si consumano, si scollano. Ci sono dei piccoli trucchi da seguire per evitare che questo succeda. Ecco 5 consigli utili per conservare al meglio giornali e libri antichi.


Leggi anche: Riutilizzare vecchi libri: idee originali

libri-antichi10


Conservare giornali antichi: vietato usare il nastro adesivo

Lo abbiamo fatto tutti almeno una volta, sbagliando.  Credevate che utilizzare il nastro adesivo per tenere insieme le pagine dei vecchi giornali fosse la soluzione migliore? Beh, sfatiamo questo mito. Non è assolutamente cosi.  Anzi, il nastro adesivo commerciale è fatto di un materiale che si degrada facilmente e porta al degrado prematuro delle parti incollate.

Quindi, regola numero uno per conservare vecchi giornali: mai utilizzare il nastro adesivo per incollare le pagine.

libri-antichi8

Conservare con la carta plastificata

Se è espressamente vietato utilizzare il nastro adesivo per tenere incollate le pagine di giornale; come possiamo fare in modo che restino integre a futura memoria? Una soluzione c’è: conservare le nostre pagine in buste di carta plastificata: questo le proteggerà da eventuali segni del tempo e deterioramenti senza rovinarle.

Ovviamente, dovrete ricordavi di non lasciarle in posti troppo caldi o umidi. In aggiunta ai fogli, nella busta dovrete conservare un foglio trattato con soluzione alcalina in modo da prevenire l’alterazione del ph della carta.

libri-antichi7

Conservare libri antichi: aprirli ogni due mesi

Cosi come i ritagli di giornale, come abbiamo detto, anche i libri antichi hanno un valore importante per chi li possiede, sia dal punto di vista affettivo che economico. Ecco perchè, cosi come si fa per i giornali, è fondamentale proteggerli dal deterioramento. Come? Sembrerà strano a dirsi, ma uno dei modi migliori per conservare i libri antichi è aprirli.


Potrebbe interessarti: Fiori di carta: come realizzarli con l’origami

Almeno una volta ogni due mesi, i possessori di libri antichi dovrebbero aprirli (tirandoli delicatamente dalla libreria all’altezza di metà dorso) e sfogliarli avendo cura di separare le pagine con delicatezza. Solo sfogliando le pagine si eviterà infatti su di esse la formazione di insetti e muffe.

libri-antichi9

Niente pieghe alle pagine

Può sembrare un accessorio inutile ai  più ma in realtà il segnalibro deve diventare il migliore amico di ogni lettore. Inserirne uno tra le pagine per tenere traccia dell’avanzamento delle vostre letture, sarà il modo migliore per proteggere i vostri libri.

Piegare gli angoli delle pagine, infatti, anche se può sembrare una soluzione pratica e veloce, è una cosa assolutamente da non fare se tenete alla vita dei vostri libri. I segni delle piegature potrebbero rimanere per lungo tempo e favorire il deterioramento delle pagine.

libri-antichi4

Attenzione alle temperature a cui esponete i libri

L’effetto negativo del sole sulle superfici non vale solo per i dispositivi elettronici. Anche sui libri i raggi solari hanno un effetto invecchiante. La temperatura in cui sono conservati è un fattore fondamentale nella conservazione dei volumi antichi.  Fattori come umidità, esposizione ai raggi solari e freddo sono assolutamente determinanti. In particolare, per quanto riguarda i libri antichi la temperatura consigliata per gli ambienti dove vengono conservati è quella di 12 gradi. 

Sarebbe inoltre opportuno evitare di conservarli in zone della casa troppo umide e impolverate, come per esempio le cantine. L’umidità e la polvere favorirebbero infatti la formazione delle muffe.

Nel caso in cui vi accorgeste della formazione di muffe sui vostri libri, evitate di grattarle via con metodi casalinghi come la gomma pane. Piuttosto, se si tratta di libri di un certo valore affettivo o anche economico, valutate l’idea di rivolgervi ad un professionista del restauro. Costerà un po’, ma ne varrà assolutamente la pena.

Ecco i nostri consigli per conservare libri e giornali antichi senza rovinarli: basta qualche attenzione in più per tenere ancora un pò vivi i vostri ricordi. Avere cura del passato vorrà dire migliorare il futuro.

libri-antichi3

Libri e e giornali antichi: foto e immagini

Angela Avallone

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta