Vele di marmo ondulate e intrecciate Decormarmi


marmo intrecciato decormarmiNasce dalla collaborazione tra Benedetta Tagliabue, architetto italiano con sede a Barcellona, e Decormarmi un progetto innovativo che si fonda sull’idea di lavorare il marmo come fosse una tela o meglio come se si trattasse, stando alle parole della Tagliabue, di “fibre naturali flessibili“.

Un progetto ambizioso quindi che si è concretizzato nella realizzazione di un sistema di pannelli ondulati con la texture tipica del vimini intrecciato.

marmo intrecciato decormarmi 1

Il risultato è imponente: la struttura finale è composta da un elemento portante in metallo a cui sono appesi sessantanove “vele in marmo ondulate” di diverse tonalità, quelle del vimini per essere precisi.

Lo scopo del progetto era quello di dimostrare che anche un materiale come il marmo, per antonomasia resistente ma rigido, se lavorato con arte, può risultare leggero e dare perfino l’idea di movimento che solitamente non gli appartiene.

marmo intrecciato decormarmi 2

Si tratta quindi di un’installazione che rispecchia l’abilità, soprattutto di intarsio, della Decormarmi che, grazie alla professionalità della Tagliabue, ha avuto la possibilità di rendere concreta l’idea su cui si fonda la filosofia dell’azienda esprimendo la sua sensibilità artistico-interpretativa.

L’installazione è stata presentata alla scorsa edizione del Marmomacc.

Che ne dite di questo progetto?

Avevate mai pensato che il marmo si potesse intrecciare?

Antonietta Pesco
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger

Google News

Vuoi essere aggiornato sulle ultime tendenze?

Accedi gratuitamente ai nostri video e guide sul fai da te, promozioni e sconti.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta