Riscaldamento programmato per zone: Zefiro di Radialight


radialight

Illustriamo qui di seguito alcuni consigli per ottenere sostanziosi risparmi sulle bollette, ed un comfort elevato all’interno delle abitazioni.

L’isolamento della casa, si sa, gioca un ruolo importante, permettendo di limitare le dispersioni di calore e la creazione di ponti termici, cause principali di un dispendio energetico elevato, che automaticamente si traduce in alti costi di gestione del vostro impianto di riscaldamento.

Un’ altra componente fondamentale per limitare gli sprechi energetici è data dalla possibilità di programmare per zone il funzionamento dell’ impianto di riscaldamento, principio che l’Italia fatica a comprendere, in quanto ancora troppo legata al vecchio modo di concepire il riscaldamento domestico.

La gamma di prodotti Radialight permette di realizzare  un sistema di riscaldamento che si adatta ai bisogni e orari personali, consentendo un miglior controllo dei consumi energetici, grazie alla programmazione zonale, suddividendo la casa in zona giorno e zona notte.

Facciamo un esempio di quello che tipicamente avviene: i moderni termostati digitali permettono già la programmazione del funzionamento dell’impianto di riscaldamento, ma ciò significa che TUTTA l’abitazione verrà scaldata, o che l’impianto diminuirà la temperatura nello stesso momento.

radiatore a zone

I prodotti Radialight, invece, permettono una programmazione del riscaldamento per ogni singolo ambiente: grazie al termostato ambiente elettronico presente su ogni radiatore e con l’utilizzo di un solo cronoprogrammatore zefiro, si ha la possibilità di personalizzare il riscaldamento di ogni stanza della casa, evitando il consumo del 100% dell’impianto, per scaldare, ad esempio, solo il bagno.

Diventa quindi una funzione fondamentale per le mezze stagioni quando si vogliono scaldare solo quelle stanze che rimangono più fredde, evitando di dover accendere tutto l’impianto.

Creando 2 zone di riscaldamento si può programmare temperatura comfort e eco_mantenimento, orari di accensione e spegnimento solo per gli ambienti che vengono utilizzati di giorno ed effettuare una programmazione diversa per gli ambienti utilizzati sera e notte.

49.4.jpg

Ciò si traduce in un’immediata riduzione dei costi d’esercizio dell’impianto.

E ricordate: 1°C di temperatura in meno significa un risparmio energetico di circa il 7%.


Vuoi essere aggiornato sulle ultime tendenze?

Accedi gratuitamente ai nostri video e guide sul fai da te, promozioni e sconti.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta