Doccia all’aperto: come fare, costi e ispirazioni


L’estate è esplosa con i suoi colori e con il caldo e non c’è niente di meglio che rinfrescarsi in giardino con una doccia, dopo aver trascorso la giornata al sole. Se hai la fortuna di avere uno spazio all’aperto potrai costruire in modo facile ed economico la tua doccia. Vediamo insieme come fare.

doccia-all-aperto-6


Quanti vantaggi offre una doccia in giardino. Dal semplice effetto rinfrescante nelle giornate più calde, alla possibilità di far divertire i bambini e perché no, mantenere il bagno di casa pulito e in ordine più a lungo.

Si tratta di un progetto divertente e creativo, che richiede poche competenze idrauliche e un minimo di manualità.

Inoltre, poiché andremo a costruire una doccia che non necessita di pareti a tenuta per l’acqua, anche il costo sarà modesto e non avremo bisogno di molto materiale.

Adesso caliamoci nel concreto del progetto e vediamo come fare.


Il periodo più adatto per costruire la doccia esterna

La costruzione della nostra doccia esterna è indicata all’inizio della primavera, quando le giornate iniziano ad intiepidirsi e le minacce di pioggia si riducono. Consideriamo che per completare il lavoro ci serviranno circa 2 giorni lavorativi.


Leggi anche: Spogliatoio doccia portatile

Dove posizionare una doccia esterna?

Se desideri che la tua doccia abbia anche l’acqua calda, assicurati di costruirla su di un lato della casa dove c’è una fonte da cui attingere.

All’interno della tua abitazione ci sarà una tubazione che conduce l’acqua calda dallo scaldabagno ai vari luoghi della casa. Docce, vasche da bagno, lavastoviglie, lavandini e lavatrici hanno tutti rubinetti dell’acqua calda.

doccia-all-aperto-11

Se all’esterno, in corrispondenza di questi punti, riesci a trovare un angolo da destinare alla doccia allora avrai a disposizione anche l’acqua calda esternamente.

Nel caso in cui non potrai accedere a uno di questi punti ma deciderai, per esempio, di costruire la doccia nei pressi di un albero, non temere, anche una doccia fresca sarà piacevole.

Costruzione della doccia esterna: step by step

Una volta individuato il punto del tuo giardino da destinare alla doccia, possiamo procedere con la parte costruttiva.

doccia-all-aperto-24

Quali sono i materiali di cui abbiamo bisogno

  • pala
  • tubo di plastica per irrigare
  • tavole di legno
  • palo di legno con le seguenti dimensioni: 10 cm x 10 cm x 250 cm di altezza
  • soffione per doccia con maniglia
  • viti e chiodi da legno
  • attrezzi (giravite, martello, seghetto)
  • canne di bambù decorative (opzionali)
  • ghiaia (opzionale)
  • piante (opzionali)

Il prezzo totale per la nostra doccia sarà di circa 100€, considerando tutti i materiali ad esclusione degli elementi decorativi. I soffioni della doccia sono disponibili sia online che in negozi dedicati a circa 15 euro, mentre le tavole di legno hanno un costo al metraggio che oscilla tra i 3 e i 5 euro al metro. Stesso discorso per il i tubi di gomma, che potrai acquistare a circa 4 euro al metro.

La costruzione della doccia all’aperto: le fasi

doccia-all-aperto-23

 

  1. Con la pala andiamo a scavare nel punto individuato una piccola buca quadrata, di circa 70cm x 70cm. Questa buca quadrata e profonda circa 10 cm sarà la base per il nostro piatto doccia,
  2. Riempirla con la ghiaia, per creare uno scolo naturale ed evitare che l’acqua si impantani oppure posizionare tavole di legno tagliate della misura adatta, così che i nostri piedi non abbiano contatto diretto con il terreno.
  3.  Una volta creata la base della nostra doccia, sistemare il soffione. Se l’angolo dove abbiamo posizionato la doccia è adiacente ad un muro, in maniera molto semplice andremo ad avvitare il soffione all’attacco dell’acqua con il tubo in plastica e poi ad avvitare tutto al muro. Se invece la doccia è in un punto isolato del giardino ci aiuteremo con un palo di legno per creare la struttura che reggerà il soffione. Impilando a fondo il palo di legno nel terreno, questo costituirà l’appoggio al quale andare a montare il soffione, opportunamente legato al tubo dell’acqua.
  4. Decorare la zona, per una maggior privacy, con canne di bamboo oppure piante, recintando tutto intorno.

doccia-all-aperto-20

Doccia in giardino in sicurezza

Per fare in modo che la tua doccia in giardino sia sicura e durevole assicurati di non costruirla in prossimità di prese di corrente.

Cerca di utilizzare delle travi di legno trattate e che non presentino schegge.

Durante l’inverno, se la tua casa sorge in una zona fredda, ricorda di chiudere l’acqua perché i tubi all’esterno potrebbe congelarsi e causare degli allagamenti.

Personalizzare la doccia all’esterno

Ora che in maniera facile ed economica abbiamo realizzato la base per la nostra doccia in giardino, possiamo sbizzarrirci con la fantasia.

Doccia tropicale

Non c’è niente di più facile che ricreare un ambiente tropicale per conferire privacy alla tua doccia. Circonda la doccia con vasi e fioriere e scegli piante che siano adatte ad un ambiente umido. Arricchisci il tutto con qualche dettaglio di legno. In un attimo sarai catapultato in un paradiso tropicale.

doccia-all-aperto-21

Mare, profumo di mare

Sogni il mare? La tua doccia in giardino può trasformarsi in un attimo in una cabina di un lido, utilizzando i pannelli di legno fatti di travi. A questo punto una mano di blu e bianco, con colori resistenti all’acqua, et voilà, il tuo piccolo lido in giardino.

Angolo zen

Tante, tantissime canne di bambù lungo il perimetro della tua doccia: ecco il momento di pace e relax nel giardino di casa tua. Per ricreare questo tipo di stile dovrai procurarti alcune di diversa altezza e impiantarle bene a fondo nel terreno. Meditazione e stile.

doccia-all-aperto-7

Facile e veloce, poco dispendioso. In pochi passaggi e con un pò di stile e fantasia abbiamo costruito il nostro angolo preferito del giardino.

Doccia in giardino: foto e immagini

Nella gallery altri interessanti esempi di docce da realizzare all’aperto, nel giardino o sul terrazzo di casa, per godere del fresco mentre si prende il sole.

 

Clelia Ragosta

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta