Asciugatrice a condensazione: cosa sapere per un acquisto mirato

Una guida per scoprire valore e vantaggio dell’asciugatrice in casa. Vecchie e nuove tecnologie, tante differenze da capire per un acquisto mirato. Cosa c’è da sapere sul funzionamento, sui modelli, sulle prestazioni energetiche e sui prezzi.

asciugatrice-a-condensazione-1

L’asciugatrice a condensazione è un elettrodomestico la cui funzionalità ed utilità è ancora da scoprire. La sua diffusione è infatti limitata a sopperire ad alcune situazioni climatiche, mentre vengono ignorate alcune caratteristiche che la rendono una buona aggiunta alla lavanderia di casa.

L’asciugatrice, che supporto genera nelle attività di pulizia domestica, quali i vantaggi legati alla cura del bucato, il perché di prezzi molto dissimili tra un modello e l’altro.

Se vorreste comprarne una o semplicemente volete sapere cosa aspettarvi da un’asciugatrice, in questo approfondimento, corredato da una guida all’acquisto, scopriamo come funziona, così che divenga chiaro cosa chiedere al prodotto e come cercare il modello che si adatti meglio alle vostre esigenze.


Leggi anche: Asciugatrice: quale comprare per avere diritto al Bonus Mobili

asciugatrice-a-condensazione-4

Asciugatrice o asciugatura naturale

L’asciugatrice è un elettrodomestico di grande utilità, che diventa indispensabile in alcuni casi. Molto diffuso nelle zone piovose e fredde, quasi ignorato altrove. La carenza di spazi adeguati per lasciar asciugare il bucato, specie quello di grandi dimensioni, diventa anch’essa una buona ragione per fornire la propria lavanderia del supporto di un’asciugatrice, quale ulteriore comodità.

Scoprendo il suo funzionamento, comprendendone pregi e, perché no, anche difetti potremmo renderci conto che, oltre alle esigenze specifiche che orientano all’acquisto, si tratta di un elettrodomestico che aggiunge valore.

Il tempo impiegato a stendere il bucato viene risparmiato, gli acquazzoni improvvisi non saranno più un problema e i giorni di grande umidità non costringeranno a tenere biancheria e vestiti all’aperto per un tempo lunghissimo, semmai rendendo necessario un nuovo lavaggio.

Questo aspetto in particolare merita attenzione perché, vivendo in zone cittadine ad alta concentrazione di smog, il bucato all’aperto assorbe polveri ed odori che aleggiano nell’aria, perdendo la profumazione che ha acquisito nel lavaggio, mentre le fibre tendono a rovinarsi per via di queste particelle.

asciugatrice-a-condensazione-10

Asciugatrici a condensazioni: due tipi

Facciamo un passo indietro, per coloro che finora non si sono mai interessati all’argomento e definiamo anche com’è fatta un’asciugatrice. Praticamente identica esteriormente alla più famosa lavatrice e, come questa, può essere a carica frontale con il portello anteriore o a carica dall’alto.


Potrebbe interessarti: Come si usa un’asciugatrice

L’asciugatrice di prima generazione è un elettrodomestico molto semplice dal punto di vista della costruzione. Ciò che viene sfruttato per asciugare il bucato è una serpentina riscaldata ed una ventola che diffonde il calore prodotto dalla resistenza elettrica.

Una seconda tipologia, successiva e che, come vedremo, non ha soppiantato la prima, viene identificata come asciugatrice a condensazione con pompa di calore. Il motore interno alimenta un circuito che si irradia nel cestello, da cui si sprigiona una quantità di aria calda, tale da asciugare il bucato.

asciugatrice-a-condensazione-3

Condensazione o espulsione

La definizione di elettrodomestico a condensazione la si deve alla modalità di raccolta e conservazione dell’acqua estratta dai tessuti durante il ciclo di asciugatura. Tutto il liquido confluisce in un contenitore che, nella maggior parte dei casi, troviamo allocato nella parte anteriore della struttura, da estrarre alla fine dell’asciugatura.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

L’acqua asportata dal bucato in asciugatura può, in altri modelli, essere direttamente evacuata all’esterno dell’elettrodomestico con un tubo di scarico.

Il funzionamento a condensazione fa sì che si necessiti solo di una presa di corrente. Ciò consente un’installazione libera, dove si può sistemarla, dato spazio e necessità. Una collocazione così non è realizzabile nel caso dell’evacuazione, che richiede la prossimità ad un tubo di scarico, al pari della lavatrice.

La soluzione a condensazione consente di acquistare modelli a parete, piccoli elettrodomestici utili nelle abitazioni small, che ospitano un single, ad esempio.

asciugatrice-a-condensazione-2

Un valido confronto

Entrambi le tipologie continuano ad avere la propria fetta di mercato, poiché sostanzialmente risolvono esigenze diverse. Vediamo nel dettaglio quali sono le specifiche che le rendono più o meno funzionali.

La semplicità del sistema a resistenza spiega il perché, tra le due tipologie, questa sia meno costosa. Richiede meno componentistica e manutenzione quasi nulla.

Per converso l’asciugatrice a condensazione con pompa di calore raggiunge dei prezzi alquanto alti, perché la tecnologia che impiega è molto più moderna, sofisticata e dunque avanzata. Il costo di un’asciugatrice a condensazione con pompa di calore si attesta dai 500 euro a crescere, spesa che potrebbe venire ammortizzata se si considerano le prestazioni energetiche della macchina, orientata al massimo dell’efficienza.

asciugatrice-a-condensazione-9

Prestazioni energetiche diverse

L’asciugatrice con resistenza genera dei consumi elettrici più alti rispetto alla sua competitor. Anche per chi non è fan della matematica è immediato valutare che i 3,8 – 4,5 kWh del modello a resistenza sono tantissimi rispetto all’1 – 1,3 kWh del modello a pompa di calore.

Mentre l’asciugatrice con resistenza non riesce ad andare oltre una classe B, in merito alla classificazione dei consumi energetici, quella a pompa di calore si attesta su consumi energetici di classe A. Una misurazione di questa differenza è di un rapporto di 180 euro annui per quella a resistenza e di 50 per quella a pompa di calore.

I consumi sono comunque da valutare rapportati all’uso che si fa dell’asciugatrice, vale a dire al numero di bucati settimanali ed alla quantità misurata in litri del bucato da trattare.

Ad onore di chiarezza se si parla di classe A o A+++ ci si riferisce ad alcuni programmi di asciugatura, quindi consigliamo di valutare anche il range di prestazioni e non solo la sua performance migliore. In ogni caso possono essere esclusi dei programmi dall’uso quotidiano, se questi generano consumi eccessivi.

asciugatrice-a-condensazione-5

Guida all’acquisto

Alla ricerca di una soluzione slim, asciugatrice a libera installazione, Hoover HLPB4H7A2TBEX-11, un modello che prevede il caricamento frontale. La classe energetica è un A+ per 15 diversi programmi, con una capienza pari a 7 lt, che la rende adatta ad una famiglia di due persone. Vuole essere sottile con i suoi 46, 5 cm di profondità, mentre le altre misure sono standard, larga 60 ed alta 85, Il consumo energetico e di 3,8 kWh ed il prezzo pieno di € 799,00.

asciugatrice-a-condensazione-7

Per chi di spazio ne ha poco e i cm fanno la differenza, in commercio si trovano anche asciugatrici ultra slim con profondità 45 cm, a fronte di prezzi elevati, per il fuori misura richiesto.

Una capienza maggiore di 8 kg di bucato con una caratteristica interessante e poco considerata, la silenziosità. Grazie alle pareti antivibrazioni Bosch WTR85V18IT con uno filtro easy clean raccoglie i pelucchi che rilasciano i capi nel ciclo di asciugatura. Modello a pompa di calore, classe A ++ per quanto attiene alla classe energetica al meglio, con un prezzo di € 530.

asciugatrice-a-condensazione-6

Se siete alla ricerca di un top di gamma l’asciugatrice Miele TDD 420 vi corrisponderà. Libera istallazione per la migliore classe energetica A+++. Oblò cieco per 8 kg di capienza, che la rendono adatta ad una famiglia più numerosa. Capacità di eliminare ogni residuo di umidità dai capi, grazie al cestello con il nido d’ape, che consente un’asciugatura uniforme su tutto il bucato. Un cestello che è il fiore all’occhiello e che prevede di aggiungere delle essenze per rendere il bucato profumatissimo. Il prezzo è di € 899.

asciugatrice-a-condensazione-8

Asciugatrici a condensazione: foto e immagini

Definite le caratteristiche tecniche che le rendono diverse e diversamente utilizzabili non resta che scegliere, i parametri da valutare sono tipo di tecnologia, sistema di espulsione dell’acqua e dimensioni. Poi valutare forma e design, con oblò oscurato o trasparente, colore e forma che, hanno importanza tanto quanto l’aspetto tecnico.

 

Fiorella Petrocelli
  • Laurea in Sociologia
  • Master in comunicazione e relazioni pubbliche
  • Master in europrogettazione
  • Abilitazione: Consulente finanziario ed Immobiliare
  • Autore specializzato in Design, Lifestyle, Arredamento
Suggerisci una modifica