Riscaldamento a soffitto: come funziona, progetti, costi

Nicola Spisso
  • Autore - Laurea in Ingegneria Edile Architettura

Vuoi optare per un sistema di riscaldamento che sia pratico e innovativo? Il riscaldamento a soffitto è ciò che fa per te! Vediamone insieme le caratteristiche, insieme ad accorgimenti da tenere in conto.

Riscaldamento a soffitto

Il sistema di riscaldamento a soffitto genera la diffusione del calore in tutti gli ambienti della casa tramite il principio dello scambio per irraggiamento tra superfici calde e quelle fredde.

Non si tratta di un processo difficile, ma un meccanismo che avviene in natura, nel momento in cui una superficie più fredda assorbe il calore contenuto o generato da una superficie dalla temperatura decisamente più elevata. Il calore che viene catturato, quindi, corrisponde a quello ceduto per mezzo della radiazione termica.

Impianto di riscaldamento a soffitto: funzionamento

Riscaldamento a soffitto

In analogia a quanto affermato, nel riscaldamento a soffitto, le pareti del locale in cui è collocato il sistema di riscaldamento (la complessiva superficie fredda), raccolgono il calore generato dal controsoffitto e lo irradiano all’intero ambiente.

Sul mercato sono presenti altresì soluzioni differenti a proposito del riscaldamento a soffitto, ovvero dei sistemi misti, con la funzione di diffusione dell’aria calda con un sistema di convezione forzata generato da apposite ventole elettriche.

La modalità in questione risulta particolarmente utilizzata nelle attività ristorative e ricettive, permettendo una rapida distribuzione del calore rispetto alla diffusione che avverrebbe in natura alle medesime condizioni di partenza. Quest’ultima, infatti, avviene soltanto col raggiungimento di determinate temperature.

Va considerata la lieve rumorosità detenuta da questo sistema di riscaldamento a soffitto. Essa s’identifica con un ronzio emesso per tutto il tempo dell’irradiamento del calore. L’accettabilità del medesimo dipende dalle necessità personali.

Riscaldamento a soffitto: quando sceglierlo

Riscaldamento a soffitto

Il sistema di riscaldamento a soffitto non prevede controindicazioni nell’installazione, si presta per ogni ambiente. Come per ogni sistema di riscaldamento, la scelta è dettata dall’efficientamento energetico e dalla disponibilità di quest’ultimo.

Tuttavia, un sistema di riscaldamento a soffitto, qualora questo sia troppo alto e quindi eccessivamente distante per far sì che il calore ci raggiunga, non è adatto; in questo caso, oggettivamente, la soluzione risulta quella tradizionale del riscaldamento a parete, o a pavimento.

Il riscaldamento a soffitto non presenta particolari difficoltà nell’installazione.

Riscaldamento a soffitto: vantaggi

Riscaldamento a soffitto

Innanzitutto, il riscaldamento a soffitto è una soluzione economica in quanto non richiede costose opere murarie e non si deve demolire una sezione dell’abitazione per installare i pannelli radianti nel soffitto, come invece avviene per il sistema di riscaldamento a battiscopa.

Nel riscaldamento a soffitto, inoltre, la diffusione del calore risulta omogenea, e la stessa permette uno scambio equo fra la temperatura ambientale e quella generata dal sistema di riscaldamento, garantendo così un riscaldamento senza sbalzi di temperatura.

Ulteriore comodità. I pannelli radianti sono già pre-assemblati e sono predisposti per la produzione di calore, oltre che per il raffrescamento, durante l’estate.

I pannelli radianti a soffitto costituiscono, nel complesso, un sistema di riscaldamento privo di ogni ingombro. Gli stessi, infatti, coprono solo la superficie di 45/50 millimetri, a tutto vantaggio dello spazio nel vostro ambiente.

Il sistema detiene importanti doti di modularità, con una conseguente integrazione, sul piano architettonico, davvero soddisfacente. Si potranno adattare i pannelli sul soffitto nella disposizione per la quale si necessita, o che si preferisce.

L’irradiamento del calore, attraverso scambio termico, permette la riduzione del fattore d’umidità e d’eliminare muffe e cattivi odori, soprattutto nella zona a nord dell’abitazione in cui ne è di solito più frequente l’insediamento.

Riscaldamento a soffitto: svantaggi

Riscaldamento a soffitto

Esso, analogamente al sistema a battiscopa, presenta numerosi vantaggi e pochi svantaggi. Gli stessi sono comunque da ponderare bene in relazione al dimensionamento dell’ambiente. Osserviamoli insieme.

Il riscaldamento a soffitto non è adatto, come annunciato in apertura, per l’installazione in abitazioni che presentano un soffitto molto alto. In altri casi, a seconda dell’effettiva altezza del soffitto, il calore potrebbe arrivare al livello desiderato, ma con un riscaldamento dell’ambiente molto più lento.

La diffusione del calore, in ogni caso, avviene dall’alto, e sarà più lenta rispetto a un sistema di riscaldamento che distribuisce il calore dalle pareti o dalla pavimentazione. Se il sistema di pannelli radianti viene installato in opzione sottointonaco, il meccanismo consentirà una bassa inerzia termica e un aumento dei tempi di reazione per il riscaldamento.

Costi installazione sistema di riscaldamento a soffitto

Riscaldamento a soffitto

Generalmente, il costo è nettamente inferiore alle altre categorie afferenti ai sistemi di riscaldamento. Il prezzo dei pannelli radianti è fra i 75/80 euro a metro quadrato. A ciò si sommano le spese per gli apparecchi aggiuntivi e la manodopera. Il prezzo complessivo, a conti fatti, di un impianto di riscaldamento a soffitto può essere stimato in 130-160 euro a metro quadrato.

Riscaldamento a soffitto: foto e immagini

Ripassa tutte le funzionalità e gli aspetti di un sistema di riscaldamento a soffitto, anche in considerazione della nostra galleria!