Come valorizzare un pavimento vecchio

Come rinnovare, abbellire e valorizzare un vecchio pavimento con idee di arredo moderne e low cost. Consigli per nascondere danni su un vecchio pavimento. Idee per esaltare pavimentazioni rétro.

Come valorizzare un pavimento vecchio

Sostituire i pavimenti non è una spesa da poco, senza contare tutti i disagi legati agli interventi di sostituzione. Sempre più persone scelgono di mantenere i pavimenti preesistenti, anche se ormai considerati fuori moda. Spesso, però, si tratta di una scelta obbligata non può non incidere sulla resa finale dell’arredamento.

Infatti, sarebbe un errore considerare i pavimenti di casa un dettaglio secondario: lo stile, il colore e i materiali dei nostri pavimenti incidono sulla buona riuscita dell’arredamento tanto quanto la scelta della tinteggiatura e degli arredi.

C’è da dire, però, che un vecchio pavimento non passa mai inosservato, anche perché le mode dei decenni passati avevano una predilezione per le graniglie, per il cotto e per i marmi colorati. Tuttavia, se decidi di mantenere in casa tua una pavimentazione preesistente, non è detto che tu debba pentirtene: le mode, del resto, tornano sempre attuali.

In più, se il vecchio pavimento è ancora in buono stato, sarebbe un vero peccato rinunciarvi per una mera questione di gusto: con le giuste dritte puoi trasformarlo in un’opportunità di arredo unica, in grado di trasmettere un tocco chic e personale agli ambienti.

Scopri come rinnovare, abbellire e valorizzare un pavimento vecchio con i consigli e le idee di arredo più attuali.

Come valorizzare un pavimento vecchio

Come rinnovare pavimento vecchio senza sostituirlo

Come valorizzare un pavimento vecchio

Esistono diverse soluzioni per rinnovare l’aspetto di un vecchio pavimento senza ricorrere alla sostituzione delle piastrelle. Tutto sommato, se il pavimento è di pregio ed è ancora in buone condizioni, potrebbe bastare anche solo un semplice restyling per renderlo di nuovo splendente e accattivante.

Le soluzioni proposte dal mercato dipendono dal tipo di pavimentazione che si intende rimettere a nuovo. In base alle esigenze specifiche di ciascuno, si potrà ricorrere a uno di questi metodi:

  • Rinnovare le fughe tra le piastrelle: soluzione ideale per i pavimenti con piastrelle o per i pavimenti in pietra caratterizzati da lastre irregolari
  • Lucidatura: intervento che consente di ripristinare in superficie la brillantezza dei pavimenti in marmo
  • Levigatura: per ridare splendore a un parquet usurato dal tempo
  • Copertura: indicata per cambiare completamente lo stile e il colore del pavimento. I pavimenti da copertura hanno spessori esigui ma presentano un’ elevata resistenza e durata
  • Rivestimento: grazie alle soluzioni adesive e ai pavimenti in vinile è possibile personalizzare il pavimento a seconda dei propri gusti e in maniera veloce. Il risultato estetico è di grande impatto e i costi sono decisamente più contenuti della sostituzione vera e propria.

Come abbellire un pavimento fuori moda

Come valorizzare un pavimento vecchio

Sarà anche in buono stato ma, se il vecchio pavimento è davvero démodé, per quanti sforzi tu possa fare resterà sempre tale. E allora, come trasformare o abbellire un pavimento fuori moda? Una soluzione da prendere in considerazione è la resina, disponibile in qualsiasi colore o texture.

I rivestimenti in resina hanno il vantaggio di rendere la superficie uniforme e la posa in opera può avvenire anche su un pavimento preesistente. Possono essere installati dovunque, ma in un ambiente molto ampio donano sicuramente un impatto più scenografico.

Uno dei vantaggi della resina è la sua alta resistenza al calpestio e all’usura, malgrado uno spessore di pochi millimetri; quindi non c’è da preoccuparsi di riadattare il livello di altezza delle porte. Puoi ricorrere alla resina anche se desideri uniformare ambienti con pavimenti molto diversi tra loro, scegliendo di personalizzarli come più desideri.

Consigli per nascondere danni sul pavimento

Come valorizzare un pavimento vecchio

Può capitare che un vecchio pavimento presenti delle macchie o dei danni irreversibili causati da graffi o da prodotti chimici aggressivi. In cucina, poi, lo sporco, l’unto e la caduta di alcuni alimenti acidi possono aggravarne lo stato di deterioramento rendendolo più vecchio di quello che è in realtà.

Tuttavia è possibile eliminare gran parte dei danni anche solo con il fai da te; nei casi estremi, infatti, meglio affidarsi a un professionista esperto o valutare l’ipotesi di cambiare la pavimentazione.

Ecco alcuni suggerimenti utili per rimettere a nuovo ogni tipo di vecchio pavimento.

  • Parquet: la tecnica della lamatura consente di asportare lo strato più superficiale del legno con uno strumento specifico. Successivamente si procede con la levigatura. Infine si termina il trattamento con uno strato di vernice lucidante
  • Grès e cotto: se questi materiali presentano delle macchie indelebili, è possibile ricorrere alla polvere di pomice (acquistabile da un ferramenta). Cospargi la polvere sulla macchia e sfrega con una porzione di lana d’acciaio. Elimina i residui con uno straccio imbevuto di olio e aceto bianco in parti uguali. Infine lucida la piastrella con uno straccio di lana asciutto
  • Marmo: macchie acide e corrosive sul marmo? La lucidatura è l’unico trattamento in grado di riportare questo materiale al suo antico splendore. Tuttavia, se i danni non sono poi così estesi, puoi ricorrere alla lucidatrice per marmo e terminare la pulizia con alcol e acqua fredda.

Come valorizzare pavimento: l’arredamento ideale

Come valorizzare un pavimento vecchio

Tra i pavimenti più difficili da valorizzare ci sono le graniglie colorate, una tipologia di pavimentazione molto in voga negli anni ’70.

L’arredamento dovrà richiamare le tonalità prevalenti del pavimento per evitare di creare un mix troppo impegnativo. Mantieniti su colori neutri chiari e luminosi e utilizza ampiamente il legno come materiale dominante. Con le graniglie funzionano bene gli stili minimal e scandinavo: lo avresti mai detto?

Come valorizzare un pavimento vecchio

Per quanto riguarda le fantasie meglio prediligere pattern geometrici molto lineari. Le pareti dovranno fare semplicemente da sfondo, in modo da non distogliere l’attenzione dall’esuberanza del pavimento. Dunque meglio optare per i colori luminosi e chiari, in accordo con la palette dominante.

Lo stesso dicasi anche del marmo: la parola chiave per un buon risultato finale è “bilanciare”. Si tratta di un pavimento impegnativo ma che con i dovuti accorgimenti potrà essere integrato facilmente anche in un ambiente contemporaneo.

L’importante è non strafare: pochi colori scelti e fantasie discrete.

Come valorizzare un pavimento vecchio

Il cotto, invece, si sposa bene con lo stile rustico o con il provenzale. Se non hai possibilità di sostituirlo sarà difficile integrarlo in ambienti dall’appeal moderno. Per questo, ti consigliamo di optare per pareti total white e arredi in legno chiaro.

pavimento-moderno-cementine

Un discorso a parte meritano le cementine, oggi tornate di tendenza per lo stile industriale, minimalista e contemporaneo. Puoi valorizzarle circondandole con una striscia di parquet lungo i bordi, oppure affiancarle ad altre piastrelle in grès. L’obiettivo sarà quello di creare una divisione netta tra le piastrelle decorate e le piastrelle “moderne”.

Come valorizzare un pavimento vecchio: immagini e foto

Stai pensando di mantenere il tuo vecchio pavimento ma non sai come valorizzarlo? Sfoglia la galleria e lasciati ispirare dalle immagini proposte: sono tutte di tendenza!